Autore:
Simone Valtieri

SQUALIFICA CONFERMATA Niente da fare per Anthony West. Anche le controanalisi hanno confermato la presenza delle sostanze stimolanti trovate nelle urine del pilota australiano in seguito al round di Misano 2018 della classe Supersport, e che gli erano costate la squalifica. L'analisi è stata compiuta dalla Wada (World Anti-Doping Agency) nel laboratorio di Colonia, ma a seguito della positività era stato chiesto l'esame del campione B, che ha confermato il caso di doping.

ADDIO CAMPIONATI "Il Sig. Anthony West è provvisoriamente sospeso con effetto valido dal 14 settembre scorso, pertanto è escluso da qualsiasi competizione o attività motociclistico fino a nuovo avviso" - si legge nella nota ufficiale della FIM, la Federazione Internazionale Motociclistica. Stante la squalifica, West perde oltre alla sua posizione nel mondiale Supersport, anche la possibilità di competere nell'ultima prova dell'Asia Road Racing Championship, campionato in cui era in testa con 34 punti di margine sul secondo e con appena 50 ancora a disposizione il prossimo 2 dicembre a Buriram.


TAGS: misano anthony west Doping FIM Supersport West doping