Autore:
Giulio Scrinzi

PROTEZIONE OBBLIGATORIA Ecco un’altra novità che vede protagonista non solo la MotoGP, ma anche Moto2 e Moto3. Dalla stagione 2018, infatti, tutti i piloti del Motomondiale dovranno indossare obbligatoriamente delle tute provviste di sistema airbag in ogni sessione, di prova, qualifica e, ovviamente, in gara. I sostituti dei piloti permanenti, inoltre, saranno esentati da questa regola solamente per i primi due Gran Premi che correranno: poi dovranno adeguarsi come tutti gli altri.

A REGOLA D’ARTE Entrando nello specifico, i sistemi in questione dovranno proteggere almeno spalle e clavicole del pilota, mentre la protezione centrale per la schiena sarà considerata un optional. Tuttavia, se un pilota dovesse scegliere anche quest’ultima, la protezione dovrà coprire tutta la spina dorsale. A questo punto i vari sistemi airbag dovranno passare una serie di test rigorosi per essere utilizzati in pista: tra questi l’utilizzo e la durata delle batterie e dell’elettronica che gestisce i tempi di apertura del sistema, così come la salvaguardia del pilota in caso di apertura accidentale. Quest’ultima, per l’appunto, non dovrà in nessun modo causare un pericolo in sella, e tutto il pacchetto dovrà essere certificato dal produttore in modo da essere a norma con la regolamentazione FIM.


TAGS: moto2 motogp moto3 motogp 2018 moto2 2018 moto3 2018 motogp airbag tuta airbag motogp motogp sistemi airbag motogp airbag suit