Pubblicato il 21/05/20

TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE A partire dallo scorso 18 maggio è possibile muoversi liberamente all’interno della propria regione, come previsto dalla Fase 2. Gli spostamenti non più strettamente necessari, accompagnati dall’autocertificazione, sono ormai un ricordo del passato (si spera), e per la gioia dei motociclisti è possibile tornare a girare in moto: dal giretto con gli amici al mototurismo in solitaria. Tuttavia, ci sono ancora alcune regole e limitazioni molto importanti da tenere in mente. Sia per non incappare in sanzioni amministrative, sia per una questione di senso civico.

Kawasaki Versys 1000 2019 SE

SI PUÒ ANDARE IN MOTO IN DUE?

Andare in moto in due è possibile, ma soltanto se il passeggero:

  • è un convivente
  • è un parente non minuto di patente di guida o di un proprio mezzo (ad esempio, il figlio minorenne)

Per tutti gli altri casi, non è consentito andare in giro in moto in due in quanto viene meno il distanziamento sociale

SOSTE: ASSEMBRAMENTI E DISTANZE
La questione del distanziamento sociale va tenuto in considerazione anche quando uscite in moto con i vostri amici o parenti. Quando vi togliete il casco durante una sosta, è sempre obbligatorio indossare una mascherina; se non avete la possibilità di portarvela appresso – come nel caso di chi indossa tute in pelle – allora è consentito coprirsi naso e bocca con un tubolare in stoffa, un foulard, uno scaldacollo leggero o una bandana. Senza dimenticare di mantenere almeno un metro di distanza l’uno con l’altro. Magari è anche un bene: almeno non vi potete mettere le mani addosso quando discuterete su chi è arrivato per primo in cima al passo…

MASCHERINA IN MOTO
L’utilizzo della mascherina in moto è obbligatorio soltanto per chi utilizza un casco jet, mentre per i caschi integrali o modulari è possibile non indossarla. In quest’ultimi due casi vi consigliamo comunque di usare un foulard per coprire naso e bocca. Un altro spassionato consiglio che vi diamo è quello di utilizzare le mascherine anche sotto il casco integrale, non solo per quanto riguarda una limitazione del contagio, ma anche per una questione legata allo smog: infatti le FFP1 trattengono fino al 78% del particolato, le FFP2 circa il 90% e le FFP3 fino al 98%.

SPOSTAMENTI IN REGIONE: QUANDO FINISCONO?
Nonostante siamo liberi di spostarci all’interno della regione di residenza, non è ancora possibile spostarsi in altri regioni se non per motivi d’emergenza o di lavoro, comprovati da un’autocertificazione. La “riapertura dei confini regionali” è prevista per il 3 giugno 2020, ma solo per quelle regioni che non verranno considerate “ad alto rischio”.

I NOSTRI CONSIGLI
Sin dai primi giorni di lockdown a inizio marzo, vi abbiamo fornito tanti consigli e guide relative al fai da te e alla giusta manutenzione della moto. Qui sotto, vi riportiamo tutte le guide utili per i motociclisti pronti a ritornare in sella alla propria amata due ruote.

LE PROPOSTE DELLE CASE MOTOCICLISTICHE

Con il mercato delle due ruote bloccato tra i mesi di marzo e aprile, finalmente la riapertura dei concessionari ha permesso al segmento di ripartire con vendite e promozioni. Noi vi segnaliamo ogni settimana tutte le promozioni relative a moto e scooter, inoltre abbiamo raccolto tutte le case che hanno prorogato le varie scadenze di garanzie, tagliandi e richiami. 


TAGS: consigli regole giro in moto Coronavirus lockdown