Pubblicato il 20/04/20

PRONTI A RIPARTIRE In un periodo di “sosta forzata” come questo è anche l’occasione giusta per mettere mano alla propria moto o scooter, così da essere pronti a ritornare operativi. Proprio per questo Askoll, azienda protagonista nel settore della mobilità a zero emissioni, ha redotto una guida, con molti trucchi e consigli, per la manutenzione ordinaria e il rimessaggio degli scooter elettrici.

PARCHEGGIO

Si consiglia di tenere lo scooter in un luogo coperto, parcheggiandolo sul cavalleto centrale affinchè le ruote non restino a contatto con il terreno. Questo evita che le gomme si deformino per via del peso dello scooter. Dopo aver pulito lo scooter con gli appositi prodotti, copritelo con un telo.

Leggete qui i nostri consigli per un rimessaggio ideale della vostra moto/scooter.

BATTERIE

Alcuni scooter elettrici, come quelli griffati Askoll, sono alimentati da due pacchi batteria agli ioni di litio estraibili. In un periodo di fermo è consigliabile estrarre le batterie e ricaricarle fino al 50% della carica, così da preservarne la durata. Il tempo di ricarica completo per i modelli eS2 ed eS2 EVOlution è di circa 6 ore, mentre sale a 9 ore per i modelli eS3 ed eS3 EVOlution.

FRENI

Il basso costo di manutenzione è uno dei punti di forza dello scooter elettrico. Sui modelli Askoll, l’unico liquido di consumo presente è quello relativo all’impianto frenante. Indicativamente, la Casa consiglia la sostituzione del liquido freni ogni 4.000 km oppure ogni due anni, tuttavia se il liquido è scarso controllate l’usura delle pastiglie e dei dischi, nonché un’eventuale perdita del circuito. Se tutto sembra nella norma, allora procedete con il rabbocco. Per quanto riguarda le pastiglie, la loro sostituzione è consigliata ogni 3 anni o 8.000 km ma, ovviamente, dipende dallo stile di guida.

Leggete qui la nostra guida per il cambio liquido dei freni fai-da-te.

PNEUMATICI

Una pressione errata dello pneumatico può causare un’usura anomala del battistrada. Quando ritornerete in sella al vostro scooter, verificate sempre la pressione delle gomme a freddo. Per quanto riguarda gli scooter Askoll, i modelli eS2 ed eS3 hanno una pressione a 2 bar davanti e 2,8 bar dietro; l’eS1 invece prevede pressioni pari a 2 bar davanti e 2,5 bar dietro.

Leggete qui la nostra guida completa sugli pneumatici moto: trucchi, consigli, manutenzione e fai-da-te.

PULIZIA

Prima di rimettere lo scooter in garage fino a “data da destinarsi”, è fondamentale effettuare una pulizia generale del vostro mezzo elettrico. Innanzitutto ammorbidite lo sporco sulle superfici con acqua tiepida, rimuovetelo successivamente con una spugna soffice da carrozzeria imbevuta con acqua e shampoo. Infine asciugare con uno straccio o con l’aria compressa. È consigliabile non lavare mai la moto sotto il sole diretto, inoltre non utilizzare getti d’acqua ad alta pressione per non danneggiare i componenti del veicolo. Se li utilizzate, non indirizzate il getto direttamente sui cablaggi e sui connettori.  

Leggete qui i nostri consigli sulla corretta pulizia della vostra moto.


TAGS: guida freni batterie pneumatici moto elettriche scooter elettrici askoll