Anteprima

La Ariel torna... in sella


Avatar di Luca Cereda , il 28/07/11

10 anni fa - Produrrà una nuova moto da 23.000 euro

Clamoroso ritorno alle origini per il marchio britannico, oggi conosciuto per le sue creature a quattro ruote. Quasi mezzo secolo dopo Ariel ritorna alle moto con una duplice proposta da 23.000 euro.

RITORNI DI FIAMMA Ultimamente ci eravamo abituati ad associare il marchio Ariel alle quattro ruote, in particolare a quella piccola roadster minimalista che è la Ariel Atom, considerata in assoluto una delle vetture sportive più divertenti (vedi correlate). Tra poco non sarà più così: l’Ariel tornerà a fare motociclette, come faceva agli inizi del Novecento anche se molti, probabilmente, non lo ricordano o sono troppo giovani per saperlo. Il nuovo progetto in cantiere, di cui per ora abbiamo solo un bozzetto, dovrebbe riguardare una power cruiser con svariate possibilità di personalizzazione ma sulla stessa base potrebbe prendere vita una sportiva.

CARUCCIA Sebbene la Casa non si sia ancora esposta ufficialmente, dall’Inghilterra – dove l’Ariel ha sede (l’headquarter è a Somerset) – danno la notizia per certa (fonte MCN). L’idea è quella di produrre circa 200 pezzi all’anno di questa nuova moto che, al di là delle promesse di chi la costruisce, secondo il quale sarà un modello ad alte prestazioni ed esaltante da guidare, non si preannuncia esattamente a buon mercato: ancora prima di costruirla si parla infatti di un prodotto destinato a posizionarsi in una fascia di prezzo tra i 22.000 e i 23.000 euro.

VEDI ANCHE


CUORE JAP Il motore della ventura moto di Ariel ce lo metterà la Honda. Stando alle fonti, l’accordo per la fornitura sarebbe già stato trovato. E non fatichiamo a crederlo dato che tra le due aziende è già in atto una partnership per quanto riguarda le auto, che montano il motore Vtec della Honda Civic Type R. Così, Simon Saunders, attuale proprietario della Ariel e grande appassionato di moto, potrà realizzare finalmente uno dei progetti che ha sempre avuto in testa da quando ha rilevato l’azienda: tornare, appunto, a produrre una moto Ariel.

I PRECEDENTI IN PILLOLE La Casa britannica vanta infatti una tradizione in questo campo che risale addirittura al diciannovesimo secolo. Era il 1870 quando James Starley e William Hillman fondarono l’azienda che diede vita alla Ariel, sebbene  la prima motocicletta vera e propria firmata Ariel risalga ai primissimi anni del Novecento. Da qui seguirono diversi passaggi di mano dell’azienda interni alla famiglia Sangster, che ne aveva assunto il controllo dai primi del Novecento agli anni Trenta, durante i quali nacquero modelli storici come la Ariel Square Four e la Ariel Red Hunter (capostipite di una lunga serie di modelli), prima che la Ariel – durante la seconda Guerra Mondiale – venisse convertita alla produzione militare e, successivamente, divenisse una branca della BSA, company che, tra le altre cose, produceva anche armi. L’ultima moto Ariel fu prodotta nel 1967: la Ariel Arrow.


Pubblicato da Luca Cereda, 28/07/2011
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox