Abbigliamento moto

Natale in moto: casco Bell, completo e scarpe Rev'it!


Avatar di Mario Cornicchia , il 14/11/16

4 anni fa - State pensando ai regali di Natale? Ecco i miei consigli per i motociclisti

Regali di Natale: per protezioni e comfort termico senza rinunciare a uno stile da tutti i giorni ho scelto il catalogo REV’IT!

Benvenuto nello Speciale REGALI NATALE MOTO, composto da 8 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario REGALI NATALE MOTO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

MOTOCICLISTA IN INCOGNITO Non è sempre stato così. L’abbigliamento per andare in moto era supertecnico non soltanto nelle specifiche ma anche nell’aspetto. Le protezioni si dovevano vedere e le giacche, quando le indossavi, sembravi il fratellino di Robocop. Le giacche da motociclista, quelle tecniche anche nell’aspetto esistono ancora e rimangono nella maggior parte dei casi il capo migliore se siete dei divora chilometri su due ruote. Ma alcuni produttori di abbigliamento moto riescono a trovare una chiave elegante anche per le giacche più tecniche e hanno creato una linea più urbana, pensata per chi non rinuncia a protezioni e comfort termico ma che si vuole mimetizzare nella folla dei bipedi quando scende dalla moto. Ecco, il più delle volte io faccio parte della seconda schiera di motociclisti e ho scelto il catalogo REV’IT per costruire il mio guardaroba ideale. E l’ho provato a Cervinia ai 3.480 metri di Plateau Rosa perché se anche a voi piace questo stile e state pensando ai regali di Natale, voglio fornirvi i consigli giusti.  Di REV’IT ho scelto la giacca sportiva, solida ed elegante Dayton con sottogiacca tuttofare Climate, i geniali Calzoni Recon con caldi sottojeans Gamma 2 WB, i guanti tecnici con stile Kryptonite GTX con i comodi sottoguanti Grizzly WSP, le scarpe da Legione Straniera Royale H2O con calze Touring Invernali. E su tanta sciccheria poteva mancare il casco Bell Moto 3? Magari di un bel Fluo Orange…

CASCO BELL MOTO 3 A me i caschi normali non piacciono. Oltre a essere sicuri e comodi i caschi devono avere anche personalità. Sulla qualità Bell è una garanzia e Bell, fondata in California nel 1954 da Roy Richter, ha fatto anche la storia dei caschi (li usava Steve Mc Queen, ragazzi!). Così, se nell’era delle special altri produttori si buttano sul rétro e si ispirano ai caschi di una volta, Bell guarda nei suoi vecchi cataloghi e, con il Bell Moto 3, riprende un modello lanciato nel 1970. La forma della calotta in fibre composite è (quasi) uguale all’originale (in tre misure con quattro misure di calotte) ma nella mentoniera le feritoie diventano otto e mostrano una griglia in acciaio inox, l’imbottitura è moderna, antimicrobica, antibatterica, staccabile e lavabile. Ed è anche comoda, mi avvolge bene e il Bell Moto 3 è anche un casco leggero così si fa indossare senza farmi pensare al momento in cui potrò levarlo.  Il frontino si aggancia con cinque bottoni automatici ma il Bell Moto 3 non concede spazio alle sirene della modernità e la sua calotta non si apre in alettonate bocche di ventilazione e rimane fedele a se stesso. Ve l’avevo detto che l’arancione è il mio colore preferito? Forse l’avete capito da soli e l’arancione Fluo Orange del Bell Moto 3 è un gran bel arancione. Non ha la visiera, non ha prese d’aria, non ha il visierino da sole a scomparsa, ma è maledettamente fiko…
Taglie: XS-XXL
Prezzo: 384 euro 

MASCHERA ALZELA LIMITED EDITION SELVA BLACK Se il casco Bell Moto 3 non ha visiera e visierino parasole ho pensato di abbinare la maschera Alzela Limited Edition con lenti a sgancio rapido per adattare al volo la visione all’esigenza del momento. Per la gita a Cervinia scelgo la lente specchiata che, come le altre lenti, è sottoposta a trattamenti UV, idrofobico, antigraffio ed anti appannamento. La maschera Alzela Limited Edition è poi a suo agio sulla neve, con la doppia omologazione, per la moto e per lo sci. Azienda italiana, stile italiano, con un design originale fatto dalla parte superiore in microfibra che continua fino ad accompagnare l’elastico regolabile. Tre strati di imbottitura la fanno aderire bene al mio viso e le bocche di ventilazione funzionano bene per non farmi sentire un subacqueo.
Prezzo: 199 euro

GIACCA REV'IT DAYTON Tra le giacche da moto preferisco quelle che non sembrano giacche da moto. Nel catalogo REV’IT ho scovato la giacca Dayton che ha dalla sua una prima caratteristica interessante: non è disponibile soltanto nera come il 90% delle giacche da moto. Il suo verdone tra l’oliva e il militare è elegante, urbano e non sfigura anche quando si esce dalla città verso il mare d’inverno o la montagna. Il tessuto antiabrasione conferma l’idea di eleganza e di qualità come il taglio da parka della giacca Dayton che si trova a suo agio in qualsiasi situazione, anche se sotto deve nascondere l’abito e la scarpa lucida. Il taglio è sportivo ma elegante, il cappuccio si può levare per renderla meno sportiva e non si gonfia in moto grazie a un bottone che lo tiene aderente alla schiena. La coulisse si regola a piacere per tenersi la REV’IT Dayton più aderente in sella o più morbida quando, scesi dalla moto, non si incontrano problemi aerodinamici. È decisamente comoda, in sella si possono aprire gli spacchetti laterali e mi dimentico di avere le protezioni KNOX Lite in posizione anche sceso dalla moto (c’è poi la tasca per la protezione schiena). Super confortevoli sono i polsi che hanno un laccio per stringerli, operazione utile soltanto in velocità poiché a impedire all’aria di infilarsi nella manica nella maggior parte delle situazioni pensa un polsino leggerissimo che si chiude elasticamente sul polso senza stringere. A una prima occhiata, poi, potrebbe sembrare che la Dayton abbia poche tasche dotata esternamente soltanto di due grandi tasche laterali (la cerniera arriva quasi al fondo della tasca, attenti quando vi sedete) e una sul cuore con la cerniera nastrata in cui trova posto anche un Samsung Galaxy Note 4 con tanto di cover. All’interno, invece, la Dayton ha la solita tasca del motociclista, quella dietro il bavero, e due grandi tasche interne sia sulla imbottitura staccabile, sia sulla fodera interna. È impermeabile e traspirante, calda anche sottozero ai 3.480 metri di Plateau Rosa.
Taglie: S-XXL
Prezzo: 359 euro

VEDI ANCHE


GIACCA CLIMATE Se la cercate nel catalogo REV’IT tra le giacche non la trovate. La giacca Climate si trova nella sezione mid-layer dedicata alle sottogiacche e all’abbigliamento termico intimo. Non sembra, vero? In effetti la giacca Climate di REV’IT è davvero due giacche in una. Leggerissima, elastica e facile da comprimere si infila sotto qualsiasi giacca ma non sfigura quando si leva la giacca da moto per il bel taglio e per il colore blu scuro. È una sottogiacca tecnica che diventa un giubbotto fighetto quando diventa protagonista, pratica anche grazie alle due tasche interne, a quella sul petto (anche qui ci sta un phablet) e alle due tasche a fessura laterali, tutte chiuse con zip. Ha l’imbottitura in Polartec Alpha pensato per traspirare bene quando si è attivi e per trattenere altrettanto bene il calore quando si è inattivi. È vero, funziona.
Taglie: S-XXL
Prezzo: 239,99 euro

Guanti REV’IT Kryptonite GTX Ecco un paio di guanti super tecnici ma con un aspetto stylish. Il tessuto esterno nero è elegante così come il disegno a vulcano del paranocche e nasconde bene tutte le protezioni, da quelle per le dita alla saponetta sul palmo fino a quelle in Temperfoam sul pollice e il palmo. Il REV’IT Kryptonite GTX mi piace anche perché preferisco i guanti corti con un bel polsino elastico che si infila sotto il polso della giacca. Sono guanti robusti, spessi, con la membrana in Gore-Tex che tiene la mano sempre asciutta e l’imbottitura in 3M Thinsulate G abbinata alla fodera in morbida pelliccia a pelo corto che la tengono al caldo. Sono spessi ma con tante articolazioni per non avere le mani come quelle di un manichino e il tocco touch per utilizzare lo smartphone senza levarli (visto il ditone, però, fa comodo un phablet…).
Taglie: S-XXL
Prezzo: 129,99 euro

Sottoguanti REV’IT Grizzly WSP Un paio di sottoguanti che fanno amicizia con tante paia di guanti. I Grizzly WSP di REV’IT sono sottilissimi e un poco elasticizzati per adattarsi bene al loro ruolo di comprimari con il Softshell Gore Windstopper che isola e porta calore extra e il Coolmax che tiene la mano asciutta. Li uso come sottoguanti ma sono ottimi anche quando mi levo il guanto supertecnico (da moto sì, ma se andate a sciare sono perfetti anche sotto un guanto da sci) e voglio proteggere le mani con un guantino leggero leggero.
Taglie: S-XL
Prezzo: 29,99 euro

Calzoni REV’IT Recon Solid dark Blue Frugo nella mia memoria e mi chiedo se altri avevano pensato a questa idea. Sapete che le tasche sulle cosce dei calzoni Recon di REV’IT sono supercomode? Coprono quasi tutta la coscia e si aprono sul lato lungo verso l’interno coscia con una zip. Sono due tasche a portata di mano quando si viaggia in moto, grandi e comode più delle tasche della giacca sia perché sono grandi, sia perché si vede cosa si sta facendo. Per l’uso con i guanti aggiungerei soltanto due cordini alle zip per facilitarne la presa. Nel viaggio in auto verso Cervinia li ho indossati e ho utilizzato i tasconi anche al volante… se li ho utilizzati alla guida dell’auto avrete già capito che i Recon di REV’IT sono molto confortevoli: il taglio è comodo e le protezioni Seesmart sulle ginocchia non si sentono (volendo si possono inserire anche nelle tasche sulle anche). Sono spessi e pesanti come i calzoni da moto devono essere ma sono molto comodi e non sembrano nemmeno calzoni da moto, anche con le protezioni in posizione, Il Solid dark Blue dei calzoni REV’IT Recon, poi, è un bel blu. Una fascia con Velcro tiene ben saldo il Recon sulla caviglia e, con un piccolo risvolto, si mette in vista un bordo catarifrangente 3M Scotchlite.
Taglie: 28, 30, 31, 32, 33, 34, 36, 38 norma (34), 30, 32, 34, 36, 38 accorciato (32), 32, 34, 36 all. (36)
Prezzo: 219,99 euro

Sottojeans REV’IT Gamma 2 WB Il termometro dell’auto segna -5 in centro a Cervinia e, salendo fino ai quasi 3.500 metri di Plateau Rosa in genere la temperatura non sale. I calzoni Recon mi sembrano belli solidi ma ci infilo sotto i sottojeans Gamma 2 WB, giusto per stare al sicuro. Calzano aderenti come una calzamaglia ma il Windbarrier di REV’IT mi protegge bene dal vento ed è anche repellente all’acqua, così se mi siedo sulla neve eviterò di sentirmi incontinente. Sulla parte anteriore una fodera in micro-fleece crea una ulteriore protezione al vento. Non ho voglia di levarli quando mi metto al volante per il ritorno da Cervinia: arrivo a Milano con le gambe belle calde ma assolutamente non sudate.
Taglie: S-XXL
Prezzo: 74,99 euro

Scarpe REV’IT Royale H2O Brown Olive Il primo contatto con le scarpe Royale H2O di REV’IT non deve spaventare. Non sono morbide come delle scarpe di Pollini ma non dimenticate che sono scarpe che devono proteggere in moto, con tutte le classiche protezioni per punta, malleoli e tallone. Si calzano bene, con un metro di lacci che consente di adattare tutta la tomaia alla forma del mio piede, della caviglia e del polpaccio. Sembra una banalità, ma quando avete il collo del piede alto e il polpacciotto da ciclista, non lo è davvero. Passata la prima giornata di uso sulla neve (e la prima diffidenza) siamo diventati amici e mi hanno isolato bene dal freddo della neve e quel loro essere blindato ma ben calzato mi fa sentire protetto e sostenuto nel camminare, con un ottimo grip anche sui lastroni di ghiaccio di cui in genere è disseminata Cervinia. I piedi sono rimasti al caldo sulla neve ma quando mi sono levato le Royale H2O di REV’IT dopo un paio di ore in auto erano anche perfettamente asciutti (la fodera Coolmax funziona!). La pelle e il tessuto della tomaia mi sembrano inattaccabili da pioggia, neve e fango: ho continuato il test e, dopo giorni di permanenza sulla neve, anche infilandole nella neve sciolta in fango sono ancora lucide e perfette come dopo il primo unboxing. Dimenticavo, ho scelto le Royale H2O per il loro stile pelle/tessuto da anfibio della Legione Straniera a cui aggiungono quelle belle, massicce e rugose protezioni per il cambio, un bel tocco da motociclista.
Taglie: 38-46
Prezzo: 269,99

Calze REV’IT Touring Invernali Se non sapete un minimo l’inglese rischiate di non utilizzarle nel modo corretto. Left e Right indicano sulle calze Touring Invernali di REV’IT su quale piede ognuna deve essere calzata, ognuna pensata nei supporti elastici e nelle parti calde e nei canali di ventilazione. Il risultato è un calzettone comodo, spesso ma che calza così bene da sembrare leggero, caldo, anche grazie alla lana Merinos, ma senza far sudare.
Taglie: 1 (35-38), 2 (39-41), 3 (42-44), 4 (45-47)
Prezzo: 34,99


Pubblicato da M.A. Corniche, 14/11/2016
Gallery
regali natale moto
Logo MotorBox