Ducati Streetfighter Lamborghini o Desmosedici RR hyper naked?
By Roland Sands

Altro che Ducati Streetfighter Lamborghini: la Desmosedici RR diventa hyper naked


Avatar di Michele Perrino , il 11/09/22

2 settimane fa - Una Desmosedici RR speciale: ecco l'ultima creazione di Roland Sands

Ducati presenta l'esclusiva Streetfighter V4 Lamborghini e Roland Sands dice la sua: ecco RSD Desmo Fighter su base Desmosedici RR

Foto spia della Panigale V4 R 2023, foto spia della nuova Diavel V4 e, in carne e ossa – passatemi il gergo umano – la Streetfighter V4 Lamborghini presentata alcuni giorni fa. Ducati sta preparando tantissime novità per la prossima stagione e le vedremo tutte, pian piano, durante i prossimi appuntamenti della World Première 2023, inclusa la nuova Scrambler Icon. Tra una novità e l'altra, però, abbiamo pizzicato una Ducati che nuova non è, ma certamente fa ancora battere il cuore degli appassionati...

DALLA MOTOGP Non è una Streetfighter e nemmeno una Panigale... Si tratta della Desmosedici RR, la MotoGP replica, realizzata in serie limitata a 1.500 esemplari, un pezzo da collezionisti – roba da 55.000 Euro nel 2007, molti di più ora come conferma questo annuncio – che Roland Sands ha avuto la faccia tosta di modificare in una hyper naked senza precedenti. In realtà il designer non è nuovo a questo genere di special: già un paio di anni fa vi avevamo mostrato Super, una hyper naked su base Ducati Superleggera.

RSD Desmo Fighter RSD Desmo Fighter

RSD DESMO FIGHTER La Desmosedici RR numero 0245/1500 ha appena 4.158 miglia, 6691 km. Il suo proprietario ha chiesto a Roland Sands di realizzare una Desmo Streetfighter con un'ergonomia più confortevole: detto fatto. Sands e il suo team, insieme con i ragazzi di Saddlemen, hanno utilizzato la realtà virtuale, stampando in 3D e dando vita a una trama in fibra di carbonio che corrispondeva alla Desmo originale. I pannelli hanno richiesto un po' di massaggi per adattarsi alla hyper naked che vediamo nelle foto, ma i risultati finali sono stati ottimi. Un po' di trasparente abbinato al corpo in carbonio originale del Desmo, inserti qua e là, protezioni, carenatura inferiore e un cupolino come tocco finale.

VEDI ANCHE



RSD Desmo Fighter: la Desmosedici RR diventa una hyper naked RSD Desmo Fighter: la Desmosedici RR diventa una hyper naked

A REGOLA D'ARTE Roland Sands e i suoi assicurano che tutte le parti originali della Desmosedici RR non hanno subito maltrattamenti: la moto è stata smontata e, dalla replica GP nuda, sono state realizzate tutte le parti speciali grazie alla VR. Oltre a quanto già elencato sono arrivati un faro LED da 7 pollici, un nuovo set di riser pullback RSD e manubri ProTaper per una posizione più da streetfighter che da MotoGP e anche distanziatori per le pedane, ora posizionate più in basso, a tutto vantaggio del comfort per le gambe.

RSD Desmo Fighter: un missile da 200 CV per 171 kg la Desmosedici RR RSD Desmo Fighter: un missile da 200 CV per 171 kg la Desmosedici RR

DA DUCATI A DUCATI Ma le modifiche volte a rendere un po' meno estrema questa MotoGP replica non hanno scalfito l'identità da Ducati, garantisce Roland Sands.
Tutte le sovrastrutture saranno realizzate in fibra di carbonio, così come la nuova carenatura inferiore che si accoppia con l' impianto di scarico racing in titanio GP7 Termignoni. Il cupolino sagomato a mano e i nuovi supporti del serbatoio saranno allineati con la nuova posizione del manubrio e, al posto della ruota posteriore da 16,5'', arriverà una ruota da 17'' compatibile. Il risultato finale rende merito alla Desmosedici RR oppure la MotoGP replica doveva essere lasciata come Ducati l'aveva fatta? A voi l'ardua sentenza.

Pubblicato da Michele Perrino, 11/09/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox