PIAGHE D'EGITTO Tanto tuonò, che piovve. E non solo... Su mezza Italia incombe il rischio grandine, milioni di italiani temono di affrontare un viaggio vacanze scandito dal rumore sordo di chicchi di acqua gelata che piombano sulla carrozzeria dell'auto. Per poi arrivare a destinazione, e misurare i danni. C'è di meglio, soprattutto a Ferragosto

AL RIPARO! A meno che la grandine non ci sorprenda proprio mentre siamo in marcia, e come non bastasse i luoghi di riparo sono rari come quadrifogli, proteggere il proprio veicolo dal più violento genere di precipitazioni è pur sempre possibile. Né è complicato, o necessariamente dispendioso. Basta seguire alcune semplici regole. Passiamo in rassegna l'Abc.

LAPALISSIANO Per prima cosa, stipulare in associazione all'RC Auto obbligatoria una polizza complementare che assicuri il mezzo contro gli eventi atmosferici. Il sovrapprezzo non è trascurabile, né l'assicurazione impedisce alla grandine di rovinare contro cofano e tettuccio. Ma si ha almeno la certezza di non dover sostenere eventuali costi di riparazione.

GRANDINE KAPPAÒ Minaccia grandine? Stendete su tutta la carrozzeria un comune telo copriauto impermeabile. Non prima, tuttavia, di aver rivestito le lamiere con tappetini per arti marziali ad incastro. La loro efficacia nell'attutire le cadute degli atleti si esprime anche al momento di incassare la mitragliata di noccioline (quando va bene) di ghiaccio.

WARNING. FRAGILE In alternativa ai morbidi tatami, sotto il telo impermeabile è possibile utilizzare lo stesso imballaggio in polietilene usato per il trasporto di oggetti fragili, tipo di imballo chiamato in gergo pluriball, o millebolle. Avvolgete l'auto di due o tre strati di pluriball, e le sue camere d'aria faranno rimbalzare i chicchi senza che lascino traccia. Sempre che dal cielo non piovano palline da tennis.

IL NONPLUSULTRA Assai più costosto del pluriball, ma anche più pratico e affidabile, è il cosiddetto hail protector, genere di telo copriauto elettrico che al contatto con la grandine si gonfia e isola il veicolo dalla pioggia di mini-meteoriti. I modelli più moderni sono inoltre associati ad un'app che avvisa il proprietario del rischio di precipitazioni allo stato solido. Ideale per auto nuove e di alto valore.

INVESTO NEL MATTONE Va da sé che la soluzione definitiva è quella di possedere un box in muratura. Ma a chi non avesse lo spazio, il mercato corre incontro con speciali garage mobili. Trattasi di strutture costituite da uno scheletro in alluminio e ricoperte da teli iginifughi e impermeabili in pvc. Ganci di fissaggio impediscono che la furia del vento le spazzi via. Prezzi? Varabili. Mai così alti, tuttavia, quanto il preventivo del carrozzerie.


TAGS: assicurazione auto esodo estivo manutenzione auto guida pratica grandine