Autore:
Marco Congiu
Pubblicato il 16/07/2018 ore 14:56

ZERO DARK THIRTY L'ora più buia, ci viene da dire. Non si sa ancora quando verranno riaccesi i famosi Tutor, Il sistema di rilevazone della velocità messo fuorilegge lo scorso aprile per aver copiato – secondo la sentenza della Cassazione – un brevetto appartenente ad una società toscana, la Craft Prima. La data del 25 luglio indicata inizialmente come incipit del Tutor 2.0 è stata smentita. E adesso?

COPIA INCOLLA Il nuovo sistema che dovrebbe sostituire il Tutor, chiamato SICVe PM, non nasce sotto una buona stella. Sono già molteplici i filoni di indagine che vedono la contraffazione di diversi brevetti del nuovo sistema, sia lato software che hardware. Per il 25 luglio, quindi, è stata categoricamente smentita una sua possibile attivazione anche in via del tutto sperimentale.

COME FUNZIONA All'atto pratico, il nuovo sistema SICVe PM funziona in maniera simile a quello dei Tutor: al passaggio dell'auto ne viene letta la targa e l'orario di transito, calcolando la velocità media dopo il transito sotto la porta successiva. Se la velocità eccede i 130 km/h, scatta la multa.


TAGS: autostrade tutor tutor e autovelox