Autore:
Marco Congiu

SWITCH OFF Dopo la sentenza del 10 aprile scorso, i Tutor autostradali si stanno spegnendo uno dopo l'altro. Nonostante manchi una comunicazione ufficiale da parte degli interessati, come stabilito dalla Corte di Appello di Roma i controlli elettronici della velocità media tra una porta e l'altra vanno disattivati.

APOCALISSE? La paura è che adesso ci si trovi in quella via di mezzo tra un interregno e l'altro, nella classica terra di nessuno dove gli automobilisti possano farsi prendere dal morbo Autobhan, le autostrade tedesche dove non esistono limiti di velocità in determinate circostanze. Ma sarà così?

LASER, CIVETTE E CONTROLLI Torneranno le postazioni fisse e mobili della Polizia, dove con autovelox e rilevatori laser si andranno a verificare le velocità di transito degli automobilisti. Non sarebbe strano incappare nella doppia pattuglia, con la prima auto a rilevare la velocità e la seconda ad elevare direttamente la contravvenzione, con buona pace dei furbetti che preferivano pagare un'ulteriore sanzione anziché perdere i punti della patente.

RISCHIO ESTATE Le gare da casello a casello di Gilles Villeneuve e Didier Pironi potrebbero avere dei folli emuli quest'estate, anche perché il parco etilometri in revisione e i tutor spenti potrebbero spingere molti imprudenti a spingere più del necessario sull'acceleratore. In allarme gli osservatori, che hanno già rilevato un numero di morti sulle strade in costante crescita rispetto al 2017, 27 nel solo ultimo fine settimana di maggio. 


TAGS: autovelox tutor Rilevatore tutor e autovelox