Autore:
Lorenzo Centenari

TUTOR-VELOX? Posto che i limiti di velocità vanno rispettati sempre e comunque (esatto, anche quelli "assurdi" all'altezza dei cantieri), non sempre il pagamento di una sanzione per eccesso di velocità è invece dovuto. Non se a rilevarla è stato un dispositivo Safety Tutor, il temutissimo "Grande Fratello" delle autostrade. Una sentenza della Cassazione, di recente reinterpretata nelle delibere di due distinti Giudici di Pace, parla chiaro: il Tutor serve a misurare la velocità media, non quella istantanea. Per questa funzione, e per nessun'altra, è stato omologato dal Ministero dei Trasporti. L'utilizzo come autovelox è perciò illegittimo, e la multa può essere impugnata. Con alte probabilità di successo.

IN NOME DELLA TRASPARENZA Una circolare del Ministero degli Interni del 2009, aggiornata nel quadro della direttiva Minniti, stabilisce come gli strumenti atti a rilevare la velocità dei veicoli debbano essere "segnalati e utilizzati con la massima trasparenza". Proprio dai principi di chiarezza e di corretta comunicazione prende le mosse una pronuncia della Cassazione del 2014, sentenza secondo la quale "la pubblica amministrazione proprietaria della strada è tenuta a dare idonea informazione, con l'apposizione in loco di cartelli indicanti la presenza di autovelox, dell'installazione e della conseguente utilizzazione dei dispositivi di rilevamento elettronico della velocità. Configurandosi, in difetto, l'illegittimità del relativo verbale di contestazione".

LE ECCEZIONI Che il Tutor faccia il Tutor, quindi. Ma attenzione: esistono specifiche circostanze nelle quali un dispositivo del genere può eccezionalmente essere impiegato anche per misurare la velocità istantanea. Sono quei casi di potenziale pericolo come cantieri attivi o traffico particolarmente intenso. Ecco allora che il Tutor, anziché calcolare i dati rilevati sia dalla prima, sia dalla seconda porta, "spegne" uno dei due portali e ne mantiene in funzione uno solo. Trasformandosi cioè in autovelox. Qualora si verifichino le condizioni di emergenza sopracitate, il gestore della strada non è tenuto a informare gli automobilisti del momentaneo "switch". É sufficiente che il pannello riporti l'avviso "Controllo elettronico della velocità: Tutor attivo". 


TAGS: Tutor come funziona Tutor attivi Tutor autostrada Tutor multa nulla Speciale tutor e autovelox Tutor tolleranza Tutor autovelox Tutor velocità istantanea Tutor multa velocità istantanea Tutor multa eccesso di velocità Tutor funzionamento Tutor mappa Tutor autovelox differenza Tutor fa anche da autovelox Tutor segnalato come autovelox Tutor multa sentenze