Pubblicato il 11/07/20

AL  CENTRO DELLE VOCI Piccola soddisfazione per Sebastian Vettel nelle qualifiche del GP Stiria: il tedesco chiude solo con il decimo tempo, ma vince quantomeno lo scontro diretto con Charles Leclerc, anche lui alle prese con una Ferrari SF1000 deludente anche in condizioni di bagnato. In Austria, il quattro volte campione del mondo continua ad essere al centro delle attenzioni soprattutto per quanto riguarda il suo futuro, tanto che è stato lo stesso Vettel a smontare le illazioni circolate riguardo un'intervista che concederà a Martin Brundle, inviato della britannica Sky Sports, nel corso del prossimo fine settimana.

LA VERITA' DI SEB Al termine delle qualifiche disputate sul circuito del Red Bull Ring, Vettel ha spiegato riguardo all'intervista che si diceva avesse richiesto in prima persona: ''Non è così. In realtà l'intervista con Sky era stata pianificata qui in Austria. Abbiamo dovuto rimandarla all'Ungheria dando precedenza alla ORF (la tv di stato austriaca, ndr). Questo era il tema della conversazione con Brundle, nient'altro. È stato un po' esagerato. In generale, un'intervista a Sky non è nulla di insolito: dato che non ci sono giornalisti della stampa nel paddock, facciamo solo dichiarazioni alle televisioni''.

F1, GP Stiria 2020: Sebastian Vettel (Ferrari)

UN ANNO IN SALITA Vettel, che ha sottolineato come la Ferrari non avesse un assetto adatto alle condizioni di bagnato trovate nelle qualifiche del GP Stiria (per la gara è previsto bel tempo) ha poi parlato della situazione attuale della scuderia di Maranello: ''L’annata è ancora lunga, speriamo di dare tutto e migliorare gara dopo gara, al momento non siamo contenti ma dobbiamo cercare di tirare fuori tutto dalla macchina. Ovviamente ci aspettavamo di più. La situazione però ora è questa, speriamo che la macchina vada sempre meglio, aggiornamento dopo aggiornamento, cercando di crescere passo dopo passo. Di certo quanto fatto finora non va bene''.


TAGS: intervista vettel f1 Brundle