Autore:
Giulio Scrinzi

TRADIMENTO STORICO Le anticipazioni che vi abbiamo fornito qualche tempo fa sono diventate realtà: mentre Sky ha ottenuto l'esclusiva dei diritti per la trasmissione della Formula 1 in chiaro per le prossime tre stagioni fino al 2020, la Rai ha dirottato tutto il suo palinsesto... sulla Champions League! Ancora una volta il calcio ha battuto i motori: nel prossimo futuro, per l'appunto, la nostra Tv di Stato trasmetterà il più prestigioso Campionato calcistico d'Europa, seguendo poi la Nazionale verso gli Europei del 2022. Un'offerta che includerà le semifinali, la finale e la sfida per la Supercoppa europea.

RIMANE SOLO MONZA Ma non è tutto, perchè oltre al danno... c'è anche la beffa! Nonostante la perdita consenziente dei diritti della Formula 1, il direttore generale della Rai Mario Orfeo ha fatto in modo di assicurarsi per quest'anno “la trasmissione in diretta del Gran Premio d'Italia a Monza, comprese prove libere e qualifiche”. Si tratterà dell'unico GP che la nostra Tv di Stato saprà garantire a tutti gli appassionati del Circus... un'autentica presa in giro, dal momento che già TV8, canale del digitale terrestre facente parte della piattaforma Sky, avrà l'impegno di trasmettere la nostra gara nazionale sul grande schermo.

MARIO ORFEO – DIRETTORE GENERALE RAI A tal proposito, ecco il comunicato ufficiale in cui sono presenti le parole di Mario Orfeo, direttore generale della Rai. “Dove c'è l'Italia, la Rai c'è! L'acquisizione dei diritti di trasmissione in chiaro delle migliori partite della prossima edizione della Champions League rappresenta una straordinaria novità per il palinsesto sportivo della prossima stagione. Queste nuove acquisizioni sono per Rai un motivo di orgoglio e si aggiungono a un ampio portafoglio di diritti con cui il Servizio pubblico è costantemente impegnato a promuovere e valorizzare lo sport per tutti, nessuno escluso”. Già, perchè oltre alla Champions il palinsesto Rai si è accaparrato i Giochi Olimpici e Paralimpici invernali, lo Sci, la Pallavolo, l'Atletica, il Nuoto e tanto altro... ma non la Formula 1.


TAGS: formula 1 f1 f1 2018 formula 1 2018 formula 1 rai f1 rai formula 1 rai 2018 f1 rai 2018 formula 1 sky f1 sky formula 1 sky 2018 f1 sky 2018