Pubblicato il 29/07/20

SENTENZA IN ARRIVO La sentenza sui ricorsi presentati dalla Renault al termine dei GP di Stiria e d'Ungheria inerenti il disegno dei condotti frenanti della Racing Point RP20, troppo simili - a detta degli uomini Renault - a quelli della Mercedes dello scorso anno, potrebbe arrivare in questi giorni, prima che inizi il weekend del Gran Premio di Gran Bretagna. In attesa delle decisioni degli Steward ha parlato Otmar Szafnauer, CEO della casa britannica, palesando ottimismo e ostentando tranquillità.

F1, GP Stiria 2020: Otmar Szafnauer, team principal della Racing Point

SPIEGAZIONE BIS ''Conosciamo le regole, conosciamo le regole sportive, conosciamo molto bene soprattutto le regole tecniche, e siamo conformi a esse al 100%'' - ha spiegato Szafnauer - ''Non abbiamo commesso alcuna infrazione, quindi penso che sarebbe inutile continuare a discutere della stessa cosa, ancora e ancora... La FIA è venuta a controllare a marzo e ha compreso il modo in cui abbiamo sviluppato la macchina, cosa che abbiamo fatto per arrivare dove siamo ora, ed erano contenti che l'avessimo fatto rispettando al 100% i regolamenti. Semplicemente gli steward non sono venuti, quindi ora dobbiamo soltanto ri-spiegare a loro ciò che già avevamo spiegato ai delegati tecnici della FIA''.


TAGS: renault mercedes formula 1 f1 2020 Racing Point Szafnauer Caso Racing Point Racing Point RP20 freni Racing Point