Pubblicato il 02/01/2019 ore 10:00

UPDATE DI CAPODANNO Il nuovo anno ci porta ancora nuovi dettagli sulle condizioni di salute di Michael Schumacher. Oltre al comunicato ufficiale pubblicato dalla famiglia e dalla moglie Corinna, a fornire ulteriori informazioni è Luca Cordero di Montezemolo, presidente dell'epoca d'oro ferrarista e soprattutto degli undici anni di Schumacher, dal 1996 al 2006, a Maranello. In un'intervista a Raisport Montezemolo ha dichiarato: "Io spero, perché gli voglio bene, che possa succedere qualcosa, ma non voglio dire altro se non, ripeto, che so quanto lotti e so quanto abbia una forte determinazione, e quanto sia meravigliosa la famiglia che ha intorno."

TODT VICINO sulla Gazzetta dello Sport di questa mattina in una lunga intervista è tornato a parlare anche Jean Todt, che nei mesi scorsi aveva affermato di aver guardato il Gran Premio del Brasile a casa Schumacher, di cui domani ricorrerà il 50° compleanno: "Questa notizia è stata riportata male, lo sapete, sono sempre stato discreto sulla sua vita privata. Mi hanno chiesto dove ho visto quella gara e io con naturalezza ho risposto a casa di Michael. Con lui ho guardato tanti GP, prima e anche dopo l'incidente. Il più doloroso fu il GP d'Ungheria 2008, quando Massa ruppre il motore a pochi chilometri dal traguardo mentre era al comando. Ne abbiamo viste tante di gare insieme e le vedremo ancora." Alla domanda se secondo lui Michael percepisce di averlo accanto, Todt però preferisce non rispondere per non fornire ulteriori dettagli.

[20-12-2018] GRANDE SCHUMI Michael Schumacher si è davvero svegliato dopo l'incidente di quel 29 dicembre 2013 sugli sci e non è più costretto ai macchinari né nel suo letto. Una notizia bellissima, quella che tutti aspettavamo. Una news che fa tornare il sorriso a tutti gli amanti della Scuderia Ferrari, del pilota tedesco, della Formula Uno in generale, dopo cinque anni di pesante silenzio e di 'non detto'. Lo stesso silenzio che la famiglia Schumacher ha voluto imporre attorno alle condizioni di Michael, per preservarlo da notizie false o dallo sciacallaggio mediatico.

CHE LOTTA Questa volta però, al netto di future smentite, sembra che Schumi si sia realmente rialzato dal quel letto, come già vi avevamo anticipato ieri dopo aver adocchiato la notizia riportata dal Daily Mail. Ancora non si sa molto sulla riabilitazione che Schumacher ha dovuto affrontare in questi anni e che ancora dovrà affrontare, indiscrezioni ci dicono che il campione tedesco della Ferrari non sarà più costretto ai macchinari che l'hanno aiutato fino a questo momento ad alimentarsi e a respirare e che, addirittura, si sia alzato. Un miracolo dell'assistenza infermieristica e fisioterapica da 50mila sterline a settimana.

LUNGO PERCORSO Ovviamente il percorso per una completa guarigione è ancora lungo ma il campione tedesco, se queste notizie non verranno smentite, ci ha sorpreso ancora una volta e regalato un ulteriore sorriso, più grosso se possibile rispetto ai sorrisi regalatici dopo le sette vittorie mondiali in F1. In questo percorso di rinascita c'è comunque la fedele moglie Corinna e i figli Mick e Gina Maria che hanno confermato, recentemente, come il padre sia ancora nella sua residenza, dopo che le ultime notizie lo davano prima in Spagna e poi in Texas per curare, in centri super specializzati, la lesione cerebrale.


TAGS: schumacher schumacher si è svegliato