Autore:
Giulio Scrinzi

DIVORZIO UFFICIALE Dopo le recenti indiscrezioni oggi è arrivato l'annuncio ufficiale: il team Aston Martin Red Bull Racing ha deciso di interrompere la propria partnership con la Renault, che forniva le power unit marchiate Tag Heuer sulle RB14 di Ricciardo e Verstappen. Dal prossimo anno, infatti, il reparto corse di Milton Keynes disporrà di propulsori Honda, che spingeranno le prossime monoposto progettate da Adrian Newey in tutto il biennio 2019/2020.

UNA NUOVA AVVENTURA A tal proposito, ecco le prime parole di Christian Horner, team manager della Red Bull: “Questo accordo pluriennale con la Honda è l'inizio di una nuova entusiasmante fase in cui la Red Bull proverà a competere non solo per le vittorie nelle singole gare, ma anche per quello che è sempre il nostro obiettivo principale: i titoli Mondiali. Siamo rimasti colpiti dall'impegno della Honda in F1 e dai loro rapidi passi fatti in questi ultimi tempi con la Toro Rosso: l'accordo congiunto con entrambi i team Red Bull offre un potenziale enorme e permetterà alla Honda uno sviluppo più rapido, efficace e competitivo. D'altra parte, vorremo ringraziare la Renault per la cooperazione degli ultimi 12 anni, durante i quali ha sempre lavorato instancabilmente e al massimo delle sue capacità per fornirci una power unit competitiva. Auguriamo loro il meglio per il futuro”.


TAGS: formula 1 red bull racing f1 f1 2018 formula 1 2018 aston martin red bull racing