Autore:
Simone Dellisanti

GP SHANGHAI Anche il terzo appuntamento del Campionato di Formula Uno si è concluso nel segno di Nico Rosberg. Il tedesco ha, letteralmente, volato per tutta la gara, gestendo al meglio macchina, gomme e avversari.

FERRARI La prima curva, dopo la partenza ha regalato subito grandi emozioni ma non per gli uomini del Cavallino Rampante che hanno rischiato di vedere le coronarie saltare dopo che Vettel ha toccato l'altra Ferrari di Raikkonen. Per fortuna niente di grave, le due Rosse sono riuscite a restare in gara, ma il contatto ha fatto perdere ad entrambi un po' di posizioni e li ha obbligati ad una gara di rimonta. Alla fine Seb è riuscito a portare la sua monoposto fino alla 2° posizione regalando ai tifosi una gara di sostanza piena di sorpassi, poco più indietro Kimi Raikkonen che ha terminato la gara in 5° posizione. La Ferrari c'è, il potenziale anche, ma manca ancora qualche ingrediente fondamentale per imbastire la ricetta giusta per questo mondiale.

MERCEDES Le Frecce d'Argento gioiscono a metà, Rosberg tramanda ai posteri un'altra prestazione perfetta senza nessuna sbavatura. La nota negativa arriva invece da Lewis Hamilton obbligato ad una gara in rimonta partendo dalle retrovie a cui non riesce la rincorsa epica che tutti ci aspettavamo, ovviamente i suoi sorpassi li ha fatti ma la sua stella non ha brillato.

GLI AVVERSARI Bene la Red Bull con Kvyat che chiude sul podio in posizione davanti al compagno di squadra Ricciardo. Il Team è in piena ripresa dopo un inizio di stagione non convincente e incomincia a mettere una certa apprensione alla Ferrari.

Passiamo ora alle pagelle.

NICO ROSBERG: VOTO 10 Vince la gara in scioltezza, dimostrando di non essere solo veloce in qualifica ma anche di saper gestire tutta la gara con una certa, invidiabile, tranquillità. Per lui un inizio di stagione da incorniciare, 3 vittorie su 3. Sembra un capitano navigato a bordo della sua caravella, niente lo turba, sguardo all'orizzonte e vento in poppa. Conquistatore.

SEBASTIAN VETTEL: VOTO 8,5 Dopo un primo giro da incubo, dove subito dopo la partenza si fa sorprendere da Kvyat, va a toccare il compagno di squadra Kimi Raikkonen. Si tira su le maniche e fa una gara tutta cuore e rimonta portando la sua Rossa al secondo posto. Una gara bellissima come solo lui sa fare, un vero lottatore su quattro ruote, fa talmente tanti sorpassi che, già che c'è, ne fa due anche al limite del regolamento, poco prima di entrare nella pit lane, mettendo due ruote sull'erba. Prima del podio va a tirare le orecchie a Kvyat per l'infilata azzardata alla prima curva, ma come gli ricorda il russo sorridendo, queste sono le gare, e il tedesco avrebbe fatto la stessa cosa. Che grinta, peccato che i punti da Rosberg stanno lievitando sempre di più. Panzer

DANIIL KVYAT: VOTO 8 Di tanto in tanto si ricorda di essere un piccolo campione, ieri per esempio se l'è ricordato. Grande partenza a bomba per infilare le due Rosse e poi una gara di sostanza dall'inizio alla fine, tenendo la seconda piazza per buona parte della gara. Solo i limiti della sua Red Bull non gli permettono di fare di più, ma la vettura è in crescita e stanno lavorando. Nel biscotto della fortuna cinese, c'è scritto il suo nome. Sorpresa

KIMI RAIKKONEN: VOTO 6,5 Una gara poco sopra la sufficienza per "Ice man", sfortunato in partenza e relegato nel gruppone. Ma tra tutti i grandi nomi impantanati con lui lí in mezzo, a causa di un primo giro rocambolesco, il finlandese è quello che lotta di meno. Successivamente recupera un po' di posizioni e si rende protagonista, come Vettel, di una buona rimonta, ma c'è chi si sbatte di più e più in fretta risale la classifica. Non è che il sedile della sua Rossa è troppo comodo e lo porta ad appisolarsi di tanto in tanto? Assonnato

LEWIS HAMILTON: VOTO 7 L'inglese è riuscito a dare spettacolo con tanti sorpassi, proprio come ci si aspettava da lui, ma alla fine il risultato non gli sorride. Costretto a partire dalle retrovie non riesce a lanciarsi come dovrebbe e rompe l'ala della sua Mercedes che poi danneggia la scocca, limitando le sue prestazioni per tutta la gara. Non è più il pilota della scorsa stagione, questo è certo, le cause possono essere molteplici:  normale flessione, sfortuna, macchina non perfetta…Si Lewis, devi trovare al più presto una soluzione anche perché Rosberg è sempre più distante e ti sta salutando con la manina. Lupo travestito da pecora

DANIEL RICCIARDO: VOTO 8,5 Con il sorriso sulle labbra, quasi a mo' di scusa, piazza la sua Red Bull davanti alle due Ferrari in qualifica, poi in gara parte bene ma un detrito fa subito afflosciare la sua posteriore sinistra. Senza questo problema avrebbe potuto battagliare con Sebastian Vettel per la seconda piazza ma alla fine termina in 4° posizione dietro al compagno di squadra, sorpassando Hamilton alla fine della corsa. Positivo

 


TAGS: ferrari mercedes formula uno red bull vettel f1 Raikkonen Hamilton rosberg f1 gp cina kvyat

Allegato Dimensione
Risultati Gara A.png 157 Kb
Risultati Gara B.png 125 Kb