F1 2018, GP Russia, Vettel non si arrende: "Domani si vedrà chi vince"
F1 2018

GP Russia, Vettel non si arrende: "Domani si vedrà chi vince"


Avatar Redazionale , il 29/09/18

3 anni fa - Vettel non getta la spugna e domani vuole dare battaglia a Hamilton e Bottas

Vettel non getta la spugna e domani vuole dare battaglia a Hamilton. Le loro parole oltre a quelle del poleman Bottas, di Raikkonen e di Ricciardo dopo le qualifiche del GP di Russia

Benvenuto nello Speciale F1 2018 GP SOCHI, composto da 7 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario F1 2018 GP SOCHI qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

NON È ANCORA FINITA Nonostante in questo weekend del Gran Premio della Russia la Ferrari sia apparsa in netta difficoltà rispetto alla Mercedes, Sebastian Vettel non vuole gettare la spugna. Tutto gioca contro al pilota di Maranello, gravato di 40 punti da recuperare rispetto al rivale Lewis Hamilton che domani gli partirà davanti, ma Vettel è pronto a dare battaglia, sicuro che la Ferrari disponga di un buon passo gara. Sarà però sufficiente a sfidare non solo Lewis? O anche l'arrembante Bottas che su una delle sue piste preferite ha approfittato degli errori del compagno, strappandogli la pole position?

VETTEL SPERANZOSO "Oggi abbiamo massimizzato i nostri sforzi" - ha ammesso Vettel in conferenza stampa, conscio che c'era poco altro da spremere alla sua auto, ma che vorrebbe trovare quei decimi che gli mancano nella sua guida - "Domani affronteremo la gara senza sapere cosa potrà succedere, sarà molto lunga e si vedrà chi vince. Mi sarei potuto avvicinare ancora ma non volevo fare errori come altre volte, sapevo di avere un piccolo margine, ci ho provato, non è andato come volevo ma sono abbastanza felice perché la macchina va bene. Dipende tutto da come si parte, la parte più importante della gara, poi dalla prima curva e poi bisogna stare attenti a tutte le difficoltà che la gara presenta. All'inizio non andavamo molto veloce, abbiamo cercato di migliorare sotto ogni aspetto e ridurre il gap e il distacco, e domani faremo di tutto per lottare per le posizioni di testa."

VEDI ANCHE



HAMILTON SERENO Nonostante l'errore che gli è costato la pole position, è apparso tranquillo Lewis Hamilton, che in griglia si è congratulato con il compagno: "Ho fatto un errore per forzare al massimo ma siamo ancora in gara per domani, sono contento del lavoro del team. Mi fido di loro, sono fantastici, è motivante vedere che tutto funziona. Forse abbiamo avuto qualche problema nel settore 1, ma siamo riusciti a migliorare il setup e negli altri due settori l'auto va benissimo. Negli ultimi due giri ho fatto un paio di errori, avevo un buon ritmo e potevo fare di meglio, ma non si può essere sempre perfetti, siamo umani e possiamo sbagliare, sono comunque grato per il lavoro del team."

BOTTAS CONTENTO Non fa certo trasparire le sue emozini il glaciale Valtteri Bottas, ma le sue parole trasudano soddisfazione: "Ho fatto un bel giro alla fine e avrei potuto fare anche di meglio, ma sono contento così" - ha sapiegato A Paul Di Resta, che lo ha intervistato in griglia - "Una pole meritatissima" - aggiunge mentre Lewis si complimenta con lui - "Non sembro emozionato ma dentro sono molto, molto felice. C'è ancora tanto da fare, questo è ancora il primo passo, cercherò di mantenere la prima posizione dopo il via e vedremo. La pole mi mancava dall'Austria, questa sensazione è molto bella, la pista mi piace molto e con la macchina ho un buon feeling."

RAIKKONEN TELEGRAFICO Di pochissime parole e tutt'altro umore invece Kimi Raikkonen, che non sta passando il miglior periodo, soprattutto visto il passaggio in Sauber del prossimo anno. Il finlandese ha risposto telegraficamente alle tre domande postegli dall'inviata di Sky che gli ha chiesto se ci fossero problemi, se risiedessero principalmente nel terzo settore e cosa si potesse fare per risolverli: "Non ci sono problemi, è solo un periodo un po' così..." - ha ammesso Kimi - "Direi che in qualifica non è andato tutto bene, ma il terzo settore non rappresenta un grosso problema. Risolvere? Nell'auto non possiamo cambiare più niente, abbiamo già fatto tutti i tentativi in qualifica e nelle libere."

RICCIARDO DA RIMONTA Infine il pilota della Red Bull, Daniel Ricciardo, che come il compagno Max Verstappen ha disputato solo la prima - peraltro convincente - frazione di qualifiche, per poi scattare a fondo griglia domani. Daniel, che scatterà dalla 17° casella, si è mostrato ottimista sulla rimonta, ma realista circa la possibilità di salire sul podio: "Con queste temperature  domani non sarà facile fare un solo stop, due forse sarà l'opzione migliore per tutti, a inizio gara non so ancora con che gomme cominceremo tra Ultrasoft e Soft, sarà interessante. Podio? Ahah, sarebbe magnifico ma puntiamo più a fare tanti punti."


Pubblicato da Simone Valtieri, 29/09/2018
Gallery
f1 2018 gp sochi
Logo MotorBox