Autore:
Giulio Scrinzi

ANCORA UN PICCOLO SFORZO... È terminata poco fa la terza giornata dell'ultima settimana di test, e a conquistare il miglior tempo è stato Sebastian Vettel, autore di un soprendente 1'19''024 su gomme ultrasoft, a un passo dall'abbattere quel muro dell'1'19'' che, sette giorni fa, sembrava irraggiungibile. Oggi, invece, manca pochissimo a ottenere questo importante risultato: sicuramente alla portata della nuova Rossa di Maranello, dal momento che Vettel, in tutti i run di qualifica, ha sempre alzato il piede dall'acceleratore nel terzo e ultimo settore, segnale che qualche decimo nel taschino se l'è riservato per il gran finale. Stesso discorso per il secondo arrivato, Lewis Hamilton (1'19''352), a soli tre decimi dalla Ferrari, il quale non ha voluto ancora scoprire tutte le potenzialità della sua W08 EQ Power+.

SORPRESE DI GIORNATA Terza posizione assoluta per la Force India di Esteban Ocon (1'20''161), a riprova che i miglioramenti che il team indiano sta portando sulla nuova VJM10 stanno dando i loro frutti. A seguire la Toro Rosso di Daniil Kvyat (1'20''416), che a differenza dei suoi avversari più veloci, ha ottenuto il proprio crono con gomme supersoft: anche se un problema al cambio ha limitato il programma di giornata della STR12 a 94 giri complessivi. Infine, ha conquistato il quinto tempo la Haas di Kevin Magnussen (1'20''504).

SIMULAZIONI DI GARA Ricerca del fastest lap a parte, oggi i team si sono concentrati sulle simulazioni di gara complete. È il caso della Ferrari con Sebastian Vettel (156 giri), della Force India di Esteban Ocon (137 giri), ma anche della Red Bull di Daniel Ricciardo (sesto, 1'20''824, 128 giri) e della Sauber, che ha alternato questo tipo di lavoro con Marcus Ericsson (11esimo, 1'23''330, 88 giri) a stinti brevi su gomme più morbide con Pascal Wehrlein (nono, 1'22''347). Tanti passaggi portati a casa anche per la Mercedes di Valtteri Bottas (ottavo, 1'21''819, 95 giri), che si è limitato ad uscite di 17 tornate ciascuna, e per la Williams di Felipe Massa (1'24''443, 80 giri) e di Lance Stroll (1'24''863, 85 giri), rispettivamente penultimo e ultimo.

CALVARIO INFINITO I problemi non conoscono alcun limite, invece, per la McLaren e per la Renault: sulla MCL32 oggi è sceso in pista un Stoffel Vandoorne (settimo, 1'21''348) fermato prima dalle solite difficoltà elettriche della power unit Honda e poi da problemi al cambio. Discorso simile per la RS17, affidata nelle mani del solo Jolyon Palmer (decimo, 1'22''418) ma che è stata sottoposta a un'altra sostituzione del motore durante la pausa pranzo.

CLASSIFICA DI GIORNATA Qua di seguito la classifica del Day 3 dell'ultima settimana di test ufficiali sul circuito di Barcellona.

PILOTA TEAM TEMPO GAP GIRI
1. Sebastian Vettel Ferrari 1'19''024   156
2. Lewis Hamilton Mercedes 1'19''352 +0.328 52
3. Esteban Ocon Force India 1'20''161 +1.137 137
4. Daniil Kvyat Toro Rosso 1'20''416 +1.392 94
5. Kevin Magnussen HAAS 1'20''504 +1.480 119
6. Daniel Ricciardo Red Bull Racing 1'20''824 +1.800 128
7. Stoffel Vandoorne McLaren-Honda 1'21''348 +2.324 48
8. Valtteri Bottas Mercedes 1'21''819 +2.795 95
9. Pascal Wehrlein Sauber 1'22''347 +3.323 44
10. Jolyon Palmer Renault 1'22''418 +3.394 53
11. Marcus Ericsson Sauber 1'23''330 +4.306 88
12. Felipe Massa Williams 1'24''443 +5.419 80
13. Lance Stroll Williams 1'24''863 +5.839 85

 


TAGS: formula 1 sebastian vettel lewis hamilton formula 1 2017 test formula 1 2017 esteban ocon test prestagionali II f1 2017 day 3