Direttiva porpoising, la stoccata di Piero Ferrari alla Mercedes
F1 2022

Piero Ferrari, stoccata alla Mercedes: "Abbiamo perso con dignità, senza scorciatoie"


Avatar di Salvo Sardina , il 29/07/22

1 settimana fa - Le parole del vice-presidente del Cavallino contro il comportamento di Toto Wolff

Le parole del vice-presidente del Cavallino contro il comportamento di Toto Wolff, ritenuto da molti il vero regista dietro la direttiva tecnica anti-porpoising che potrebbe rimescolare i valori di forza in pista

La direttiva tecnica numero 39, che entrerà ufficialmente in vigore a partire dal GP Belgio a Spa, alla ripresa delle operazioni dopo la pausa estiva, continua a far discutere. La Fia è infatti intervenuta per risolvere la questione del porpoising, il saltellamento alle alte velocità causato dall’effetto suolo, valutando le oscillazioni verticali delle monoposto e anche la forma e il consumo del fondo. Se, da un lato, la Federazione ha presentato misure per attenuare il problema nell’immediato, ben più controverse sono le soluzioni per il 2023, che imporrebbero agli ingegneri dei team di modificare i progetti già in essere.

F1 GP Australia 2022, Melbourne: Lewis Hamilton (Mercedes AMG F1) F1 GP Australia 2022, Melbourne: Lewis Hamilton (Mercedes AMG F1)

ZAMPINO MERCEDES? Un intervento, quest’ultimo, che alcune scuderie giudicano sospetto, specie dopo le denunce del team principal della Mercedes, Toto Wolff, che aveva parlato di fondi flessibili per spiegare le prestazioni dominanti di Red Bull e Ferrari. E se la direttiva sarà comunque applicata per motivi di sicurezza senza la necessità di un voto tra i team, diversa è la situazione in vista della prossima stagione, visto che ci sono ben sei squadre che, capitanate proprio da Maranello e Milton Keynes, si rifiutano di cambiare i regolamenti tecnici non ritenendo quella del porpoising una questione davvero così rilevante.

F1 2022: Toto Wolff (Mercedes) F1 2022: Toto Wolff (Mercedes)

VEDI ANCHE



PARLA PIERO FERRARI Intervistato dalla rivista Autosprint, il vice-presidente Piero Ferrari ha spiegato la posizione del Cavallino al riguardo, lanciando indirettamente delle frecciate proprio alla Mercedes: “Faremo valere le nostre ragioni, ci opporremmo a ogni speculazione. Per anni, la Ferrari ha avuto un deficit di motore rispetto alla Mercedes, ma non ha mai chiesto alcun favore o cercato alcuna scorciatoia. Abbiamo perso con dignità, lavorando in silenzio per recuperare. Anche i nostri rivali dovrebbero comportarsi così, non credete?”.

F1 GP Emilia-Romagna 2022, Imola: Piero Ferrari (Scuderia Ferrari) F1 GP Emilia-Romagna 2022, Imola: Piero Ferrari (Scuderia Ferrari)

SULLA STRADA GIUSTA Il figlio del leggendario Enzo Ferrari, fondatore della casa automobilistica che ne porta il nome, ha infine lodato il lavoro svolto dal gruppo di lavoro agli ordini di Mattia Binotto: “Siamo orgogliosi di quanto raggiunto fin qui, venivamo da un periodo complicato e adesso abbiamo una macchina veloce su tutte le piste. Ovviamente, ci sono ancora delle cose da mettere a posto, ma siamo competitivi. Vogliamo vincere di più e convertire in vittorie le pole position che abbiamo raccolto fin qui. Ma siamo sulla strada giusta”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 29/07/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox