Pubblicato il 06/03/2020 ore 20:00

BUONE NOTIZIE PER TODT Dopo la dura lettera di protesta firmata dalle sette scuderie non motorizzate Ferrari contro l'accordo raggiunto tra FIA e Cavallino Rampante, il World Motor Sport Council (WMSC) riunitosi oggi a Ginevra ha espresso il proprio sostegno al presidente Jean Todt e ai tecnici della Federazione che hanno indagato sul motore di Maranello.

UNANIME SOSTEGNO Nel consueto comunicato pubblicato al termine della riunione, tra le varie decisioni prese si legge: ''Accordo transattivo tra la FIA e la Scuderia Ferrari. Il Consiglio ha espresso unanime sostegno al presidente della FIA e all'ufficio tecnico della FIA in merito alla gestione generale del caso e si è fortemente opposto a qualsiasi commento che metta in pericolo la reputazione e l'immagine della FIA e del campionato Mondiale di F1''.

IL CONSIGLIO Il WMSC è formato da 27 membri, tra cui lo stesso Todt e l'amministratore delegato della F1, Chase Carey. Dunque anche Liberty Media si schiera in difesa dell'accordo raggiunto con la Ferrari. Il Consiglio si riunisce tre o quattro volte all'anno e definisce i regolamenti di tutte le categorie motoristiche che rientrano sotto l'egidia della FIA. 


TAGS: