Pubblicato il 04/03/2020 ore 10:35

INEVITABILE EFFETTO COLLATERALE Il ''misterioso'' comunicato emesso dalla FIA al termine dei test di Barcellona, inerente un non ben chiarito accordo raggiunto con la Ferrari circa la power-unit di Maranello, non poteva certo passare inosservato. Non solo ai giornalisti e all'opinione pubblica, scatenati nel cercare di dare un'ìnterpretazione alle parole scritte dalla Federazione, ma anche agli altri team.

APPELLO DA SOTTOSCRIVERE Secondo quanto riferisce Auto Bild, Toto Wolff starebbe cercando di creare un fronte compatto per domandare maggior chiarezza sul significato dell'accordo tra FIA e Ferrari. Una lettera che chiede di far luce sulla vicenda legata alla legalità della power-unit Ferrari 2019 sta così facendo il giro delle scuderie. Tutte, tranne quelle direttamente collegate alla Ferrari, quindi Alfa Romeo e Haas, oltre ovviamente al team di Maranello.

Toto Wolff (Mercedes) e Mattia Binotto (Ferrari)

ACCUSE E RICHIESTE Come riporta Ralf Bach, autore dell'articolo a riguardo, il team principal della Mercedes starebbe accusando la FIA di cattiva gestione, chiedendo inoltre che vengano divulgati tutti i dettagli discussi internamente con la Ferrari. Statene certi, nonostante il goffo tentativo di liquidare la questione da parte della Federazione, questo sarà un velenoso tema che ci porteremo avanti ancora per parecchio tempo.


TAGS: fia f1 wolff Motore Ferrari