Calendario F1, Gp Turchia inverte lo slot con Baku?
F1 2021

Calendario F1: preoccupano i contagi in Turchia, si lavora per uno switch con Baku


Avatar di Salvo Sardina , il 10/05/21

4 mesi fa - La situazione pandemica impone ulteriori riflessioni agli uomini di Liberty Media

La situazione pandemica impone ulteriori riflessioni agli uomini di Liberty Media: la quarantena imposta a chi rientra in Inghilterra da Istanbul potrebbe spingere ad anticipare la gara

GP A RISCHIO I team principal della Formula 1 si sono riuniti insieme a Stefano Domenicali nel sabato di Barcellona per discutere dei possibili cambiamenti al calendario iridato del mondiale 2021. Le ultime indiscrezioni circolate nei giorni scorsi parlano di un Gran Premio di Turchia a rischio nonostante il recente annuncio che vedeva la gara a Istanbul ufficialmente chiamata a sostituire la tappa di Montreal. A complicare i piani di Liberty Media, neanche a dirlo, ci si è messo il Covid-19 che adesso si diffonde in maniera piuttosto rapida con 15-20 mila contagi e quasi 300 morti giornalieri. Una situazione che alcuni Paesi europei considerano critica e che ha spinto il governo del Regno Unito (dove hanno sede 8 squadre F1 su 10) a imporre una quarantena obbligatoria di 10 giorni a tutti coloro che rientrino dalla Turchia.

F1, veduta aerea del circuito di Istanbul F1, veduta aerea del circuito di Istanbul

VEDI ANCHE



LA SOLUZIONE Un tema, quello dell’autoisolamento, che la Formula 1 non può permettersi di affrontare visto il calendario serrato nel tentativo di correre 23 gare. Ed è per la stessa ragione che i vertici di Liberty Media si erano convinti a rinviare da marzo al prossimo novembre – quando si spera che le misure restrittive saranno già state allentate – il Gran Premio d’Australia a Melbourne, visto l’obbligo di quarantena per tutti coloro che arrivano nel Paese. Nel caso della Turchia, tuttavia, il problema sarebbe il rientro del personale in Inghilterra e la soluzione più logica sembrerebbe quella di invertire la gara di Istanbul con quella di Baku. Secondo quanto riportato da Auto Motor und Sport, dunque la F1 starebbe pensando di disputare il Gp di Turchia il 6 giugno e quello d’Azerbaijan il 13 dello stesso mese, ammesso che gli organizzatori della tappa azera siano favorevoli a tenere montato il circuito cittadino per una settimana in più rispetto alle previsioni iniziali (con tutti i disagi del caso per la popolazione locale).

F1 GP Azerbaijan 2017: curva-8, uno dei passaggi più suggestivi del circuito cittadino di Baku F1 GP Azerbaijan 2017: curva-8, uno dei passaggi più suggestivi del circuito cittadino di Baku

DOPPIETTA AUSTRIA? In questo modo, l’intero paddock riuscirebbe a bypassare la questione del rientro in Uk almeno dieci giorni dopo aver lasciato Istanbul, completando quasi tutto il periodo di… “quarantena” a Baku. Intanto, dopo la candidatura di Mugello, Nurburgring e Sakhir – che sono in pole position per sostituire rispettivamente le tappe asiatiche di Singapore e Giappone e quella di Melbourne – anche l’Austria torna alla carica per ospitare un doppio Gran Premio al pari di quanto accaduto nella passata stagione. La situazione pandemica sembra essere infatti sotto controllo (si parla di un migliaio di contagi giornalieri) al punto che il Red Bull Ring potrebbe aprire anche gli spalti a circa 6000 spettatori dopo la scelta del governo di ammettere 3000 persone alle partite di calcio.


Pubblicato da Salvo Sardina, 10/05/2021

Vedi anche
Logo MotorBox