Autore:
Andrea Minerva

BASSO SBANCA ROMA Alla fine a Giandomenico Basso e Lorenzo Granai è bastato vincere una sola prova speciale per aggiudicarsi la 7° edizione del Rally di Roma Capitale, quinta tappa del Campionato Italiano valida anche per il Campionato Europeo. Per l’equipaggio del team Loran, da questa gara supportato dal team Metior, ma sempre in gara con la Skoda Fabia R5, si tratta del secondo successo stagionale dopo la vittoria al Rally di Sanremo, prova di apertura della stagione; questo splendido risultato, frutto di una gara veloce e con pochi errori, vale per Basso e Granai anche un ulteriore allungo al vertice della classifica del Cir, anche se l’obbligo per regolamento di scartare i due peggiori risultati fa sì che la stessa classifica sia in realtà più corta e compatta di quello che sembri. Come preannunciato nel pomeriggio, le due Super Stage finali di Ostia, dal chilometraggio complessivo di 2km e 200 metri, non hanno innescato particolari scossoni nella graduatoria finale del Rally di Roma Capitale ma hanno consentito ad uno stratosferico Andrea Crugnola (Skoda Fabia R5) di andare a conquistare il terzo posto della classifica ai danni del pilota russo Alexej Lukyanuk (Citroen C3 R5); dopo la prima Super Stage Crugnola ha azzerato il distacco di un secondo dal rivale, nella seconda ha invece rifilato a Lukyanuk 2 secondi e 6 decimi, portando così a termine una rimonta storica esaltata dalle 13 speciali vinte sulle 16 totali di questo rally: chapeau! Senza la foratura nella giornata di sabato, Crugnola sarebbe stato imprendibile per tutti, ma con i se e con i ma….. . Per onor di cronaca va ricordato che a Lukyanuk, che ha quindi chiuso al quarto posto, è stata inflitta oggi la penalità di un minuto a causa dell’irregolarità del passo della vettura. Simone Campedelli (Ford Fiesta Evo R5) ha invece confermato la seconda posizione finale, contribuendo al dominio totale dei piloti italiani che hanno monopolizzato il podio lasciando ai rivali della Serie continentale solamente le briciole. Ancora al riguardo di Campedelli, va detto che la nuova Ford Fiesta Evo R5 di M-sport, all’esordio nella gara capitolina, ha dimostrato un potenziale a dir poco considerevole, ma per sfruttarla al meglio sarà indispensabile svolgere un accurato e ulteriore lavoro di sviluppo e messa a punto. Alle spalle dei primi quattro troviamo Mares (Skoda Fabia R5) 5°, Ingram (Skoda Fabia R5) 6°, Herczig (Vw Polo Gti R5) 7°, Sesks (Skoda Fabia R5) 8°, Rusce (Skoda Fabia R5) 9° e Umberto Scandola (Hyundai i20 R5) 10°.

GLI ALTRI ITALIANI Il 7° Rally di Roma Capitale ha esaltato ancora una volta il talento e la bravura dei piloti italiani, sublimati da un podio tutto tricolore. Ma i “nostri” si sono ben difesi anche nelle altre categorie con prestazioni all’altezza di una gara tosta e difficile, contro avversari molto competitivi. Dando una scorsa ai risultati scopriamo un’altra vittoria, la quarta consecutiva per Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella nella classifica Due Ruote Motrici del Cir, sempre con la Peugeot 208 R2b di Peugeot Sport Italia. Alle spalle dell’equipaggio ufficiale di Peugeot, si sono piazzati nell’ordine Nicelli e Trevisani. Nel Campionato Italiano Junior la vittoria è andata a Giuseppe Testa, unico superstite al traguardo di questa categoria dopo la squalifica patita in mattinata da Marco Pollara. La classifica femminile ha invece visto prevalere la spagnola Emma Falcon davanti a Rachele Somaschini e Patrizia Perosino.

CLASSIFICA FINALE RALLY DI ROMA CAPITALE

1. BASSO

2. CAMPEDELLI   + 23.3

3. CRUGNOLA      + 1.00.3

4. LUKYANUK    + 1.03.0

5. MARES           + 1.26.0

6. INGRAM        + 1.43.5

7. HERCZIG        + 1.49.1

8. SESKS             + 3.14.5

9. RUSCE            + 4.13.9

10. SCANDOLA  + 4.42.4

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO RALLY (dopo 5 prove)

1. BASSO      64,50

2. CAMPEDELLI  51,75

3. ROSSETTI    46,50

4. CRUGNOLA  40,25

Questi sono i punti che i primi quattro della classifica dovrebbero attualmente scartare: Basso (15,50), Campedelli (0,75), Rossetti (7,50), Crugnola (3).


TAGS: skoda fabia r5 Giandomenico Basso Simone Campedelli Ford Fiesta R5 Peugeot 208 R2B cir 2019 ciuffi rally roma capitale 2019