Pubblicato il 26/02/21

VOLVO IS IN THE AIR Capacità degli accumulatori un processo chimico, anzi un fenomeno elettronico. Facciamo tutti e due insieme. In campo informatico Tesla fa scuola, così ora anche Volvo lancia la sua prima campagna di aggiornamenti software over-the-air (OTA). Modello pilota è il SUV compatto elettrico: OTA software update, per Volvo XC40 Recharge, uguale anche maggiore autonomia delle batterie.

MUTAZIONE GENETICA Senza che debbano recarsi in alcuna officina, a breve i proprietari di tutta Europa di XC40 Recharge riceveranno una serie di aggiornamenti che si esprimeranno sia sottoforma di correzioni di bug e di miglioramenti della stabilità al sistema di infotainment, sia anche come impulso al powertrain dell'auto stessa. Intervenendo da remoto sulla centralina di motori (408 CV) e batteria (75 kWh), cresce di qualche punto base - rispetto ai 400 km omologati a ciclo WLTP - l'autonomia di percorrenza, anche se Volvo non diffonde cifre esatte. Calano, di pari passo, i tempi di ricarica, rispetto ai 40 minuti richiesti da una colonnina ad alta potenza per raggiungere l'80% della carica. Potere del web: l'aggiornamento è automatico, il driver non deve fare altro che accettare il download e l'installazione tramite un click, e come per magia il proprio esemplare muta geneticamente. Una volta, due volte, ogni volta insomma che dalla Casa madre verrà lanciato nell'etere un nuovo pacchetto aggiornamenti.

CHECK.UP COMPLETO Batterie a parte, il software upgrade 2021 di Volvo XC40 Recharge include aggiornamenti al sistema operativo Android Automotive, un'importante correzione di bug relativi alla sicurezza del motore elettrico, infine interventi a una varietà di elementi come connettività Bluetooth, timer climatici, manuale digitale d'uso e videocamera a 360 gradi.


TAGS: volvo volvo xc40 electric autonomia batterie aggiornamenti ota volvo XC40 recharge