Stop Ue diesel e benzina dal 2035, Ford è d'accordo. Ecco perché
Transizione ecologica

Stop a diesel e benzina dal 2035: se anche le Case auto insistono


Avatar di Lorenzo Centenari , il 17/05/22

1 mese fa - Ford chiede all'Ue che il bando dei motori termici venga approvato

Ford chiede all'Ue che il bando dei motori termici (che ha ricevuto il primo sì dell'Europarlamento) venga definitivamente approvato

Quando si rema tutti nella stessa direzione, giungere a destinazione si fa semplice. Le istituzioni a spingere, l'industria che rilancia. Il Regno Unito ha già deliberato: vendita di auto a benzina e diesel vietata a partire dal 2030. L'Unione Europea, al bando dei motori termici a partire da 2035, ci sta lavorando. Alte sono le probabilità che il progetto passi. Anche perché sono gli stessi Costruttori, prendi Ford, che all'idea si professano entusiasti. E all'Ue, addirittura mettono pressione.

ITER Al momento, una data di scadenza per la produzione e la commercializzazione di auto diesel e benzina in Europa non è ancora certa. Tuttavia la Commissione Ambiente dell'Europarlamento si è già espressa a favore (anche se non proprio all'unanimità) e presto la palla passerà al Consiglio Ue e agli Stati membri. Stop dal 2035 fortemente caldeggiato dalla maggioranza dei partiti politici (ma non da tutti i Paesi). E da una quota di Case automobilistiche (non tutte).

SOLLECITO In una nota ufficiale, Ford Europa fa ora infatti sapere di essersi unita ad altre 27 aziende e di aver rivolto un appello formale all’Unione Europea affinché tutte le nuove auto e i veicoli commerciali venduti in Europa, dal 2035, siano a zero emissioni. Inoltre, che vengano stabilite norme obbligatorie per le infrastrutture di ricaricaL’appello sottolinea che, per conseguire il target net zero emissions entro il 2050, ''è necessario eliminare i veicoli a combustione interna dal parco circolante di tutta Europa''. Questo contribuirebbe, sostiene Ford, ''a contrastare l’impatto negativo che i cambiamenti climatici possono avere sulle persone e sul pianeta''.

VEDI ANCHE



ALTA TENSIONE Ford nelle auto elettriche si dedica ormai anima e corpo. Il suo stabilimento di Colonia sta subendo una trasformazione da miliardi di euro da sede della produzione di Fiesta a impianto di assemblaggio di auto elettriche e batterie. Si prevede che i livelli di produzione di EV raggiungeranno gli 1,2 milioni di unità nei prossimi sei anni. Nel frattempo, l'Ovale ha anche unito le forze con Volkswagen per sviluppare nuovi furgoni elettrici. Il nuovo ID.Buzz Cargo di VW e il Tourneo Custom condivideranno la stessa piattaforma MEB: Ford punta a 600.000 vendite di electric van entro il 2026.

HABITAT NATURALE L'interesse di Ford nel fissare una data per il definitivo passaggio ai veicoli elettrici, infine, potrebbe anche essere attribuito ai piani full electric per il suo crossover Puma, best seller della gamma sia in UK, sia anche in mercati dell'Unione, vedi l'Italia stessa. Sta di fatto che la transizione, più che un obbligo di legge, sempre più assume le forme di un percorso condiviso. Anzi, sollecitato.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 17/05/2022
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox