Autore:
La redazione

MEZZO MILIONE DI AUTO Le berline Volvo S60, S80, S90, le wagon Volvo V60, V70, V90 e i Suv Volvo XC60 e XC90 potrebbero essere a rischio incendio: Volvo, di proprietà del colosso cinese Geely, ha formalizzato una campagna di richiamo che coinvolge 507.000 auto a livello mondiale.

COLPITI I DUEMILA DIESEL Il costruttore ha individuato un difetto su un componente del motore quattro cilindri turbodiesel da 2.0 litri di cilindrata, prodotto fra il 2014 e il 2019. Tale difettosità può essere causa, in condizioni estreme, di un incendio localizzato nel vano motore.

IL DIFETTO È NEI COLLETTORI I portavoce di Volvo hanno dichiarato che il pezzo difettoso è il collettore di aspirazione, costruito in materiale plastico, che se sottoposto a temperature troppo elevate potrebbe parzialmente fondere e deformarsi. Da qui il richiamo. 

PREVENIRE È MEGLIO CHE CURARE I proprietari delle auto coinvolte riceveranno entro breve un’informativa che li indirizzerà verso il concessionario di riferimento per risolvere il problema senza alcuna spesa da sostenere. Al momento non sono segnalati incidenti o lesioni personali che fanno capo a tale difetto e che potrebbero avere una ripercussione sugli indici di affidabilità caratteristici di Volvo.


TAGS: volvo v70 volvo s80 volvo s60 volvo xc90 volvo volvo xc60 richiamo volvo v60 Volvo S90 volvo v90