Autore:
Lorenzo Centenari

CRIMINI STRADALI "Se possibile, effettuare inversione a U". Chissà se è lecito incolpare la voce elettronica del navigatore, assistente virtuale (non sempre infallibile) che comunque si scrolla di dosso ogni responsabilità, includendo nel consiglio l'espressione "se possibile". In realtà, per il Codice della strada, la manovra di inversione è quasi sempre IMpossibile. E se l'azzardo è causa di un sinistro, si rischiano guai seri. Come l'accusa di lesioni personali, reato per il quale è previsto anche il carcere.

DURA LEX SED LEX A considerare un criminale l'automobilista che compie una "U turn" ove non consentito è la quarta sezione penale della Corte di Cassazione, organo che ha di recente respinto il ricorso di un imputato condannato per lesioni colpose, fatto aggravato dalla violazione delle norme in materia di circolazione stradale. L'accusa era stata formulata in seguito a un episodio che era costato l'invalidità permanente del 50% a un motociclista.

DEEP IMPACT L'automobilista incriminato si era reso protagonista di una inversione di marcia all'altezza di un dosso, colpendo un centauro che sopraggiungeva alle sue spalle. Poiché le perizie avrebbero dimostrato come al motociclista, caduto rovinosamente a terra, non sarebbe stato materialmente possibile evitare l'impatto con l'auto, al conducente è stato contestato il reato di lesioni personali. Accusa confermata anche in terzo grado.

QUANDO LA SI PAGA CARA La sentenza della Corte ci rammenta come l'inasprimento delle pene introdotto nel Codice della strada a partire dal 2016 (ricordate la legge sull'omicidio stradale?) non interessi solo i casi di guida in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti. Danni alle persone dovuti a violazioni come eccessiva velocità, passaggio con semaforo rosso, circolazione contromano, infine inversione del senso di marcia in corrispondenza di incroci, curve o dossi, costituiscono autonomo titolo di reato. Con tutto ciò che comporta.


TAGS: sicurezza stradale incidenti stradali Incidenti stradali con lesioni sentenze inversione a U