Autore:
Lorenzo Centenari

AVANTI SAVOIA Casomai le parole del suo luogotenente non fossero state prese abbastanza sul serio. Dopo le dichiarazioni di Olivier Francois, il responsabile del brand, ora arrivano le rassicurazioni del numero uno FCA: nella visione di Mike Manley, il marchio Fiat è un asset strategico e non solo per il mercato italiano. C'è una missione da portare a termine, quella di proporre al pubblico un pacchetto di mobilità completo, che non si esaurisca come un tempo al puro commercio di automobili. Proprio nel campo dei servizi di auto elettrica, connettività e guida autonoma, Fiat giocherà all'interno del Gruppo un ruolo di primo piano.

CENTOVENTI & FAMILY La dichiarazione d'amore di Mike Manley per il Lingotto è contenuta in un'intervista rilasciata dal top manager britannico all'agenzia Bloomberg, in occasione dell'uscita del volume "Sergio Marchionne" a cura di Tommaso Ebhardt per la Casa editrice Sperling & Kupfer. "Fiat è un brand dal potenziale altissimo, ne sia conferma - sostiene Manley - il successo di 500, il cui record storico di vendite è stato raggiunto al decimo anno di vita del prodotto. Il valore aggiunto di Fiat, attraverso la famiglia 500 ma non solo, consentirà ad FCA di vincere le sfide dell'elettrificazione e della guida autonoma". Testa di ponte in direzione new mobility è il Concept Centoventi presentato al Salone di Ginevra, un prototipo che prefigura qualcosa in più della semplice vettura elettrica. Batterie modulari, interni trasformisti, affissioni digitali a pagamento: se tutto andrà bene, Centoventi farà scuola. E della stirpe Fiat si scriveranno ancora imprese memorabili. Soltanto, sotto un'altra veste ancor più tecnologica.


TAGS: fiat fiat 500 fca mike manley fiat concept centoventi