Novità auto

Volkswagen Passat 2015


Avatar Redazionale , il 04/07/14

7 anni fa - La Volkswagen Passat 2015 è nuova da cima a fondo

La Volkswagen Passat 2015 si rinnova da cima a fondo: cambiano carrozzeria, pianale e motori, tra cui spicca una variante ibrida pug-in. Sarà protagonista del Salone di Parigi e arriverà sul mercato in autunno.

BEST SELLER Quanto sia importante la Passat per il gruppo Volkswagen si può capire dai numeri. Dal lancio della prima generazione, avvenuto nel 1973, sono stati venduti circa 22 milioni di esemplari, di cui ben 1,1 milioni solo lo scorso anno, grazie anche al contributo  del mercato cinese, dove la Passat viene venduta sotto mentite spoglie, con il nome Magotan. Il che significa, in altre parole, che nel 2013, dalle varie catene di montaggio, è stata sfornata una Passat ogni 29 secondi, per un totale di circa 3.000 pezzi al giorno! Ecco quindi perché il lancio della Volkswagen Passat 2015, ottava generazione della stirpe, segna un momento cruciale per Wolfsburg.

VOLTA PAGINA Nel confezionare la nuova edizione, i tecnici hanno fatto davvero gli straordinari, tanto da annunciare fieri che la macchina è nuova al 100%, a partire dal pianale modulare che contribuisce a un risparmio di peso fino a 85 kg. E che le cose stiano effettivamente così si capisce già al primo colpo d’occhio, nonostante la Casa sia tradizionalmente poco propensa a colpi di testa dal punto di vista stilistico. La Volkswagen Passat 2015 sembra molto più moderna della sua progenitrice, grazie soprattutto alla maggiore continuità tra la mascherina e i fari, che finiscono con il formare un unico motivo, parallelo alla presa d’aria inferiore. L’abbondanza di tratti orizzontali è il ritornello estetico del nuovo corso: lo sottolineano la nervatura che solca la fiancata e il taglio del lunotto e del fascione paraurti in coda. Anche l’abitacolo parla lo stesso linguaggio formale, con una plancia semplice e senza fronzoli.

VEDI ANCHE



HIGH TECH Linearità, geometrie precise e abbondanza di superfici levigate trasmettono subito un’idea di prodotto high tech, che trova poi manifestazione concreta nella dotazione della Volkswagen Passat 2015. Tra gli elementi di spicco vanno ricordati in questo senso il nuovo Active Info Display, che si traduce una strumentazione digitale interattiva con schermo da 12,3” in alternativa a quella classica analogica, l’Head Up Display e la frenata di emergenza City con funzione di riconoscimento dei pedoni.

DIECI E LODE Una ventata di rinnovamento spira anche sotto il cofano, dove possono trovare posto dieci unità, tutte sovralimentate a iniezione diretta di carburante, con potenze comprese tra i 120 e i 280 cv, e sempre disponibili, di serie o a richiesta, con il cambio robotizzato a  doppia frizione DSG. Sul fronte a benzina apre le danze un 1.400 TSI da 125 cv, ma ci sono proposte TSI anche da 150, 180, 220 e 280 cv. Lato gasolio, invece, al lancio il TDI base sarà il 2.0 da 150 cv, con versioni anche da 190 e – udite! udite! – anche biturbo da 240 cv e 500 Nm. Più avanti l’offerta si amplierà ma il fiore all’occhiello della famiglia dovrebbe restare sempre una inedita variante ibrida plug-in, realizzata accoppiando un motore a benzina da 156 cv a uno elettrico da 109, capaci di fornire una potenza di sistema di 211 cv. Potenza a parte, il dato più interessante è quello relativo all’autonomia in modalità elettrica, ben 50 km. La Volkswagen Passat 2015 arriverà sul mercato in autunno, con carrozzeria berlina e Variant, in tre allestimenti dal nome familiare: Trendline, Comfortline e Highline.


Pubblicato da Paolo Sardi, 04/07/2014
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox