Autore:
Claudio Todeschini

SOFTWARE 10 E LODE Tesla ha cominciato a distribuire il nuovo aggiornamento software per le Model S, Model X e Model 3, il cui principale obiettivo è rendere ancor più confortevole la vita dei possessori delle vetture elettriche dell'azienda di Elon Musk, sia durante la guida, sia nelle pause di ricarica delle batterie. I primi a ricevere l'aggiornamento alla versione 10.0 del software di bordo sono i clienti che hanno comprato il pacchetto Guida Autonoma Completa, con il resto del parco auto a seguire nel giro di circa una settimana. Qui sotto, il video dimostrativo.

NIENTE NOMI STRANI, SIAMO TESLA Per un'azienda che fa dell'innovazione e della creatività uno dei suoi punti di forza, non possiamo nascondere una punta di delusione nello scoprire che il sistema operativo delle sue vetture continua a chiamarsi semplicemente Software, che è un po' come chiamare "gatto" il felino di casa. Tant'è, le cose importanti sono altre, e si concentrano principalmente sull'intrattenimento, con l'arrivo di Spotify Premium, Netflix, YouTube e Hulu+ (quest'ultimo non disponibile nel nostro Paese). I servizi video sono accessibili solo quando l'auto è parcheggiata, mentre l'integrazione con Spotify - una delle feature maggiormente richieste dai possessori di Tesla - sarà disponibile in ogni momento. Lo streaming musicale via Bluetooth permetterà inoltre di mostrare la copertina del disco in esecuzione sul display di infotainment. 

CANTA TU Sempre per rimanere nell'ambito "fun", gli altri aggiornamenti riguardano la funzione "Caraoke" (si chiama proprio così), che permette di cantare a squarciagola, da soli o con i propri amici, con la traccia vocale delle canzoni adeguatamente attenuata dall'impianto audio, mentre i testi scorrono sul display. Senza scendere in troppi dettagli, Tesla si limita a dire che Caraoke avrà una "enorme libreria di testi musicali, con supporto per diverse lingue".

VIDEOGIOCHI ON THE GO Si arricchisce anche l'offerta di Tesla Arcade, l'hub dedicato ai videogiochi che ha debuttato con l'aggiornamento 9.0, e che permette di cimentarsi in alcuni classici di Atari e il gioco di guida Beach Buggy Racing 2. La nuova versione del software comprende il primo livello completo di Cuphead, il bellissimo - e difficilissimo - platform di Studio MDHR, che può essere giocato con un pad connesso tramite USB. Splendida grafica da cartoni animati anni Trenta, piattaforme e segreti da sbloccare, infine la possibilità di giocare in due con un amico nei panni di Cuphead o Mugman. Come i servizi video, anche Tesla Arcade è disponibile solo a vettura ferma, anche se fatichiamo a immaginarci situazioni in cui si possa aver voglia di videogiocare in macchina, per di più a un titolo impegnativo come Cuphead: forse durante le soste in una stazione di ricarica, o quando il proprio appuntamento è in particolare ritardo? 

TESLA COME GOOGLE? Come il più popolare dei motori di ricerca, anche Tesla introduce con questo nuovo aggiornamento la funzione "Mi sento fortunato", attivabile sia per chi è alla ricerca di qualcosa da mettere sotto i denti, sia per chi è interessato a qualche posto da visitare. Sono state anche migliorate le ricerche all'interno della mappa di navigazione: i risultati possono essere ordinati in base alla distanza dalla destinazione, i punti di interesse evidenziati e mostrati sulla mappa più grande per leggere valutazioni, iniziare la navigazione o chiamarli al telefono.

AGGIORNAMENTI ALLA GUIDA Gli ingegneri Tesla non si sono dimenticati che, alla fine, pur sempre di macchine stiamo parlando, e così Software Version 10.0 contiene anche nuove funzionalità e miglioramenti alla guida. La principale novità, accessibile ai possessori dei pacchetti Guida Autonoma Completa ed Autopilot, prende il nome di Smart Summon e si affianca alla già disponibile funzione Summon. Una volta attivato, Smart Summon permette alla propria Tesla di uscire da un parcheggio e superare gli ostacoli che la separano dal proprietario, purché sia visibile in linea d'aria. Ancora, l'app mobile di Tesla permetterà un maggior controllo di alcune delle funzionalità dell'auto, come l'apertura dei finestrini, mentre l'inedita modalità Joe è stata progettata per evitare di svegliare i passeggeri che stanno facendo un sonnellino, abbassando il volume di notifiche e allarmi.

OVER-THE-AIR Come i precedenti aggiornamenti, Software Version 10.0 sarà aggiornato automaticamente in modalità "push", senza necessità di interventi da parte dell'utente, quando la vettura si trova all'interno di una rete Wi-Fi.


TAGS: tesla tesla autopilot tesla software 10.0 tesla smart summon