RAV ALLA SPINA E alla fine anche uno dei paladini della comunità full hybrid si converte alla corrente ibrida ricaricabile. Come promesso, Toyota RAV4 Plug-in Hybrid fa la sua prima comparsa al Salone di Los Angeles, per poi tuffarsi nella mischia del mercato entro il secondo semestre del 2020. Il RAV4 più efficiente della gamma sarà anche di gran lunga il più potente: 306 cv grazie alla cooperazione tra il solito 2.5 a benzina ciclo Atkinson e i due motori elettrici (con boost), uno per asse, così da replicare uno schema a trazione integrale on-demand.

RAV4 Plug-in Hybrid, la presa di ricarica

CENTOMETRISTA L'edizione standard di RAV4 è accreditata di 218 cv (o 222 cv nella variante a trazione AWD-i), RAV4 plug-in alza perciò l'asticella di qualcosa come 88 cv, e soprattutto la abbassa di 2 secondi nello scatto 0-100 km/h, qui coperto il soli 6 secondi e 2 (anziché 8 secondi e 1). Detto delle straordinarie performance da Suv sportivo, il grado di ecologia si misura invece sia in chilometri di autonomia in modalità EV (circa 60 km da ciclo WLTP), sia in emissioni medie di CO2, previste (in attesa di omologazione) inferiori ai 30 g/km. Trasformate in consumo di carburante, significa una percorrenza di oltre 40 km/l: un valore che ha senso solo sulla lunga distanza, cioè alternando guida elettrica e ibrida in modo costante, ma che rispecchia in ogni caso un tasso di efficienza di gran lunga superiore anche a RAV4 Hybrid.

Toyota RAV4 Plug-in Hybrid

LISTINO, PLEASE Non si conoscono le cifre relative al pacco batterie agli ioni litio, un sistema di accumulatori comunque di capacità energetica maggiore (dai 15 ai 18 kWh) che non quello che equipaggia il RAV tradizionale. Nè i prezzi sono ancora stati resi noti: 50.000 euro o giù di lì, ai quali sottrarre ecobonus e altri contributi pubblici locali. La domanda di plug-in è in crescita, RAV4 risponde presente.


TAGS: toyota Toyota RAV4 ibride plug-in toyota rav4 plug-in hybrid los angeles 2019