Autore:
Lorenzo Centenari

A UN BIVIO Cara, vecchia Audi TT, addio. Anzi no. Apparentemente già segnato, il destino della coupé sportiva più amata dei Quattro Anelli potrebbe conoscere una seconda vita. Sottoforma di coupé a trazione elettrica. Non ne potete più di auto cult che annunciano la propria metamorfosi? D'altra parte, TT non sarebbe nemmeno la prima a convertirsi (vedi Porsche, con Macan e successivamente 911). Beh, a quanto pare la scelta sta tra celebrarne i funerali, oppure farla sopravvivere in chiave zero emission

ELETTRO-TT? È la legge del progresso, delle politiche ambientali ancora prima che del mercato vero e proprio. Come ogni altro marchio premium (ma non solo), anche Audi è all'alba di una rivoluzione. Per sostenere la quale è necessario semplificare la gamma, e destinare risorse ai progetti più promettenti. Anticipata qualche anno fa da TT Sportback, concept di coupé a quattro porte dalla silhouette più o meno fedele alla tradizione, in seguito una TT di nuova generazione era stata esclusa, sacrificata sull'altare dell'elettrificazione. Poi lo spiraglio: nel corso della conferenza annuale, il responsabile tecnico di Ingolstadt Hans-Joachim Rothenpieler avrebbe confessato di essere all'opera per convincere il board. Convincerlo che TT non può morire. E che le premesse per trasformarla in auto elettrica esistono tutte.

TOO BIG TO FAIL A sostegno delle sue argomentazioni, Rothenpieler avrebbe addotto la necessità di "conservare il Dna sportivo del marchio, patrimonio del quale TT è un autentico pilastro". Più prudente a riguardo è il Ceo Bram Schot, secondo cui "Audi continuerà a costruire auto emozionali", ma che in primo luogo l'azienda deve pensare a far quadrare i conti. Si vedrà. Dovesse vedere la luce, la TT degli anni Venti sarà in tutti i casi una quattro porte sportiva più confortevole dell'attuale, ma dal medesimo carattere votato alla dinamica. Tempi di uscita? Un paio d'anni, ovvero il 2021


TAGS: audi tt audi auto elettrica audi TT 4 porte audi TT elettrica