Nuova Audi A4: motori benzina e diesel sul modello 2023
Novità auto

Nuova Audi A4: benzina e diesel non escono (ancora) di scena


Avatar di Alessandro Perelli , il 11/10/21

1 settimana fa - Audi conferma i motori a combustione per la futura A4

La prossima generazione della media di Ingolstadt sarà l'ultima a ospitare motori convenzionali in attesa della completa elettrificazione di fine decennio

ELETTRIFICAZIONE SI, MA CON CALMA Audi ha dichiarato che diventerà un produttore completamente elettrico entro la fine di questo decennio, ma nel frattempo l'azienda sta pianificando un ultimo giro di valzer per i motori a combustione che troveranno posto sotto il cofano di una versione, potenzialmente definitiva, della A4. Secondo voci, naturalmente non confermate, l’auto dovrebbe arrivare nel 2023, e sarà costruita sulla stessa piattaforma MLB della generazione attuale. Ma sarà contraddistinta da una maggiore elettrificazione, che comprenderà ibridi leggeri e plug-in e dovrebbe sfruttare una nuova generazione di motori convenzionali, sia benzina sia diesel, come anticipato dal capo dello sviluppo tecnico di Audi, Oliver Hoffman, e descritti come “i migliori che abbiamo mai lanciato”. Durante una intervista rilasciata ai media inglesi, Hoffman ha affermato come la A4, che rappresenta circa un quinto delle vendite globali di Audi, sia un modello “super-importante” per l'azienda. “Lo sviluppo della prossima generazione di A4 è in corso”, ha confermato. “Offriremo quell’auto, e la A6, per molti anni ancora. La produzione dell'ultima A4 con motore a combustione inizierà nel 2025 e terminerà con un normale ciclo vita nel 2033. Ma lanceremo alcuni modelli molto prima”. Si prevede che l'A4 si adatterà a questa tempistica ed entro il 2023 entrerà nel normale ciclo di sviluppo e produzione, e sebbene sarà disponibile una versione diesel, la maggior parte della gamma utilizzerà un upgrade del collaudato motore turbo-benzina EA888 di 2,0 litri.

Nuova Audi A4: la plancia della generazione attuale Nuova Audi A4: la plancia della generazione attuale

COME MIGLIORANO MOTORI E TELAIO Voci confermano che VW ha lavorato su turbine a geometria variabile e maggiore pressione del sistema di iniezione, per migliorare la risposta dell'acceleratore a basso carico fornendo al contempo una potenza complessiva più elevata. Hoffman ha affermato che i nuovi motori a benzina presenteranno “più elettrificazione, sicuramente, per soddisfare le severe leggi antinquinamento”, e questo probabilmente includerà una tecnologia potenziata a 48V per le versioni ibride leggere e una batteria più grande, montata sull’asse posteriore, per versioni ibride plug-in. Possiamo aspettarci che le A4 PHEV saranno allineate con altri modelli costruiti sull’architettura MLB, in particolare la Q5, e con una capacità utilizzabile di 14,4 kWh; questo dovrebbe consentire agli ingegneri Audi di mettere nel mirino i 100 km di autonomia elettrica offerti, per esempio, dall'ultima Mercedes C 300 e. L'autotelaio della A4 rimarrà sostanzialmente invariato, sebbene l'impianto elettrico a 48V offrirà maggiori possibilità di tecnologia come le barre antirollio attive da offrire in opzione o di serie sulle varianti ad alte prestazioni. La A4 di prossima generazione dovrebbe essere solo qualche millimetro più lunga, mentre il passo sarà sostanzialmente lo stesso. Il passaggio a 48V porterà una maggiore connettività, con una plancia più essenziale, che presenterà ancora meno comandi analogici. Gli ingegneri di Audi svilupperanno un cockpit con la maggior parte dei comandi raccolti vicino ai paddles, perché è quasi certo che l'auto sarà offerta solo con cambi automatici a doppia frizione e convertitore di coppia. Nonostante la decisione di mantenere i motori a benzina e diesel, Audi potrebbe anche offrire una versione puramente elettrica, per confrontarsi con modelli come la Bmw i4, così come la Tesla Model 3.

VEDI ANCHE



Nuova Audi A4: la versione 100% elettrica sarà simile a questa? Nuova Audi A4: la versione 100% elettrica sarà simile a questa?

LA PIATTAFORMA CONDIVISA AIUTA Alla domanda se una A4 completamente elettrica probabilmente denominata A4 e-tron potesse essere venduta insieme alle versioni normali, Hoffman ha dichiarato: “Siamo davvero felici di avere una forte partnership all'interno del Gruppo - con Porsche per la piattaforma DPI, VW per la MEB e la nostra MLB. Abbiamo il potere di sviluppare e produrre piattaforme dedicate per la maggior parte delle tecnologie e condivisibili. Inoltre, abbiamo esaminato una piattaforma con cui possiamo utilizzare sia i propulsori a combustione sia quello elettrico. Quindi siamo soddisfatti di poter fare entrambe le cose”. Sembra probabile che un'auto a zero emissioni arrivi più avanti rispetto alla futura A4, utilizzando una versione modificata della piattaforma DPI, che sarà utilizzata con la Q6 e-tron oppure l'architettura SSP del Gruppo VW, prevista entro il 2025.

L’evoluzione dell’Audi A4

  • B5 (1994-01) La designazione B5 dedicata alla A4 di prima generazione ha visto l'auto continuare il successo iniziato con l'Audi 80, rendendola la quinta generazione di “Audi compact executive”.
  • B6 (2001-06) La designazione B6 è stata definita dai designer Peter Schreyer e Luc Donckerwolke. Ha introdotto il motore V8 nella S4 top di gamma, mentre la più veloce RS4 doveva ancora venire.
  • B7 (2004-07) Vita breve per la A4 nome in codice B7, che era essenzialmente una B6 pesantemente rivista. Forse questa è la A4 più ricordata dagli appassionati grazie alla potente RS4 da 414 CV.
  • B8 (2008-2016) Audi è passata alla piattaforma MLB per la A4 di generazione B8. Un significativo aumento del passo è stato raggiunto dall'introduzione della prima station wagon in stile crossover, A4 Allroad.
  • B9 (2016-oggi) L'attuale B9 ha introdotto significativi progressi in termini di connettività e infotainment rispetto alla B8. La RS4 Avant solo station wagon non ha un V8, ma il sei cilindri turbo ha una potenza di ben 444 CV.  

Fonte Auto Express: https://www.autoexpress.co.uk/audi/a4/356239/new-2023-audi-a4-stick-petrol-and-diesel-power


Pubblicato da Alessandro Perelli, 11/10/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox