Novit?

Mercedes Vision GLK Freeside


Avatar Redazionale , il 03/01/08

13 anni fa - Distillato di Suv

A Stoccarda puntano ad ampliare la loro presenza tra le Suv con un modello più piccolo di quelli oggi a catalogo. Il debutto sul mercato avverrà in autunno ma questa concept svela già molto di quel che vedremo su strada.

CONDENSATO SL : SLK = GL : GLK, ovvero SL sta a SLK come GL sta a GLK. Basta rispolverare una proporzione dei tempi della scuola per capire il ruolo dell'ultima nata nella galassia della Stella a tre punte. Il segreto sta tutto nell'ultima lettera, quella K che sta per kompaktheit, ovvero compattezza, abbinata nell'occasione alla G tipica delle fuoristrada e alla L che ammicca alla lussuosità. Una sintesi, insomma, di concetti altrove sviluppati in modo più esteso.

DIAMOCI DEL TU A voler fare i precisini, si dovrebbe usare il nome per esteso, Vision GLK Freeside, ma troppi formalismi sono superflui. Tanto vale darle del tu e chiamare questa concept che debutterà al NAIAS di Detroit con le sole tre lettere che l'accompagneranno in listino nel prossimo autunno, GLK appunto. Il suo destino è infatti già scritto: allargare la gamma delle Suv Mercedes, ampliando verso il basso la fascia dei potenziali clienti. Il tutto, quindi, con un occhio al portafoglio e un taglio più stradale, sul genere - a giudicare dalle foto - della Subaru Forester.

UN TIPO (S)QUADRATO Lunga 452 cm e ammanta di bianco come vuole l'ultima moda, la GLK sembra disegnata soprattutto a colpi di righello. I vertici della Casa parlano forse un po' troppo trionfalisticamente di richiami alla mitica e inossidabile Classe G. Citazioni discutibili a parte, da qualsiasi lato si guardi questa Mercedes, gli spigoli abbondano, a partire dal frontale con mascherina in stile trilama Gillette. Un altro ritornello sono le linee tese e le nervature che cercano di dare slancio all'insieme. Allo stesso obiettivo lavora anche il taglio a cuneo della fiancata.

VEDI ANCHE



SULLA CATTIVA STRADA Qua e là non mancano neppure i tocchi sportivi, come i cerchi da 20" e i terminali di scarico annegati nel paraurti posteriore, che convivono con tratti tipici offroad, quali gli sbalzi contenuti e l'elevata altezza da terra. Che la GLK non voglia rinunciare alla mobilità nel fuoristrada delle sorelle maggiori lo lascia intuire anche la presenza della trazione integrale permanente 4Matic. Questo schema di trasmissione, che per l'occasione gode di una specifica messa a punto, ripartisce di norma la forza motrice tra le ruote davanti e quelle dietro secondo il rapporto 45:55, pronto però a rivedere le sue posizioni e inviare la coppia là dove più serve con una frizione a dischi multipli abbinata al differenziale centrale.

PUNTO G Il vero asso nella manica per affrontare il fuoristrada è però unpulsantino sulla consolle centrale e contrassegnato dalla lettera G. Azionandolo, l'elettronica di bordo cambia tutte le regolazioni per facilitare il superamento degli ostacoli più duri. Le risposte all'acceleratore diventano più graduali, l'ESP si fa meno invasivo e il cambio automatico 7GTronic a sette marce modifica le logiche di cambiata.

FUTURO ANTERIORE Quanto al motore, questa concept abbina la tecnologia Bluetec al quattro cilindri CDI 2.2 da 170 cv, montato in posizione longitudinale sotto il cofano. Sovralimentato con turbina a doppio stadio e con una pressione nei condotti d'aspirazione che può arrivare fino a 2.000 bar, questo turbodiesel si annuncia rispettosissimo dell'ambiente. In Mercedes non danno numeri precisi ma dichiarano orgogliosi di essere in grado di rispettare i limiti americani US BIN 5, quelli californiani LEV2 e pure di precorrere quelli EURO 6.

HIGH TECH Quanto a tecnologia anche il resto della GLK non scherza affatto. Le sospensioni AgilityControl sono di tipo a risposta progressiva mentre all'interno il dispositivo Comand APS accentra quasi tutti i comandi secondari e le funzioni di controllo. All'elenco non delle dotazioni non mancano il climatizzatore automatico trizona Thermotronic, i fari adattivi ILS e il sistema PreSafe, capace di "fiutare" il rischio di incidente imminente e di predisporre l'auto per limitare il più possibile i danni alla carrozzeria e ai passeggeri.



Pubblicato da Paolo Sardi, 03/01/2008
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox