News

Mercedes Vision R 63 AMG


Avatar Redazionale , il 15/09/05

16 anni fa - Ha un V8 da 510 cv con cambio al volante

Ha un V8 da 510 cv con cambio al volante ma non è una F1. E' lunga piu' di 5 metri con 6 posti ma non è una monovolume. Ha le 4 ruote motrici e cerchi da 21 ma non è un SUV. Ha la stella sul cofano e veste di scuro, ma non è una berlina. E' la Classe R 63 AMG. Grand Sport Tourer di nome e di fatto.

VOGLIO DI PIU'. Diciamo la verità: alle meraviglie tecniche, almeno sulla carta, ci stiamo abituando. Portafoglio permettendo, basta scorrere i listini per trovare decine di auto straordinarie. Alcune si distinguono per le prestazioni, altre per la raffinatezza tecnica, altre ancora per lo spazio a bordo o per il blasone. Per non parlare delle SUV ipervitaminiche e iperlussuose. Ma trovare il massimo in un'auto sola, quello no, fino ad oggi non si poteva. La Classe R 63 AMG, invece, potrebbe far vacillare qualche certezza. E' esagerata in tutto: spazio a bordo, motore raffinato e potente, trazione integrale. E non le manca neppure il pedigree: è marchiata Mercedes e firmata AMG.

CHE NUMERI!

I numeri, prima di scendere nel dettaglio, aiutano subito ad inquadrare l'eccezionalità della R 63 AMG. La scuderia di cavalli ammonta a 510, erogati da un V8 di 6.3 litri, novità assoluta e progettato per l'occasione. La coppia, da camion, è di 620 NM e le marce del cambio al volante sono 7, come in F1. La nuova creatura firmata AMG accelera da 0-100 in circa 5 secondi, grazie anche alla trazione assicurata dalle 4 ruote motrici, con ripartizione 40-60 tra anteriore e posteriore. La velocità è, come da tradizione, limitata a 250 km/h.

NUOVA CLASSE.

Già la Classe R di serie è difficilmente classificabile in una categoria, fatto sta che in questa reincarnazione sportiva sembra davvero la combinazione di quanto di meglio oggi esista in campo automobilistico. Forse a Stoccarda avevano in mente questa versione quando hanno aggiunto il suffisso Grand Sport Tourer anche alle Classe R normali...

DARK.

Chi potrà ammirarla, in anteprima mondiale, al salone di Francoforte, riconoscerà le linee della Classe R di serie che dissimulano abbastanza bene i 5,2 metri di lunghezza. Uno styling da monovolume atletica ma sottoposto ad una cura "sportiva" meritevole di esami antidoping. Il frontale e la coda sono le aree maggiormente toccate dalla cura AMG. Davanti si fanno luce i fari bixenon con mascherina e paraurti in stile sportivo tedesco. Ovvero poco eleganti e molto racing per via della griglia nera e soprattutto molto, molto muscolosi. Nel posteriore, a parte la scritta AMG, bastano i 4 tubi di scarico cromati per capire che aria tira. E poi il colore, un Titanium Grey che copre tutto, anche le parabole dei fari anteriori, e che, unito ai vetri oscurati, rende la Classe R davvero Dark. Come dire, il lato oscuro della forza...

SCARPE GROSSE.

Una Mercedes firmata AMG non può dirsi tale se non calza dei cerchi esagerati con design a stella. E la R non fa nulla per dissimulare i suoi esagerati cerchi da 21 pollici, ricoperti con dei 265 barra quaranta! Tra le 5 razze dei cerchi si intravedono le pinze dei freni e soprattutto dei dischi grandi quanto pneumatici di altre GT supersportive..... d'altra parte anche se il peso non è dichiarato, fermare la R 63 lanciata dal V8 non deve essere una bazzeccola....

CERVELLO FINO.

La potenza è nulla senza controllo, e dal momento che la R deve scontare dimensioni e massa da piccolo bus, in AMG si sono cautelati. Oltre a freni e pneumatici extralarge hanno pensato fosse il caso di montare le "AMG sport suspension". Si tratta di un sistema adattivo che assicura grande guidabilità e, alla pressione di un tasto, consente tarature dinamiche, per la guida allegra, o sportive, per chi ha sempre il piede pesante.

INTERNI SPORTIVI. Sei passeggeri che viaggiano comodamente a 250 km/h

, sulle autostrade tedesche ovviamente, in spazi siderali (come per le versioni più tranquille ci sono ben 92 cm tra prima e seconda fila!). Tutto questo è reso possibile dalla Classe R, che anche in questo travestimento da sport-prototipo non ha perso nulla della sua versatilità, con dimensioni extralarge, vani e ripostigli a prova di gita scolastica, portellone posteriore e bagagliaio oltre i 2000 litri.

ATMOSFERE SOFFUSE.

Anche le finiture interne sono dark, con il titanium grey a farla da padrone e addirittura la consolle centrale in nero laccato come se fosse un pianoforte. A completare il tono sul lussuoso ci pensano i sedili in pelle di nappa tono su tono. A rendere la vita dolce provvedono il clima multizona, in modo da fare andare d'accordo freddolosi e calorosi, e i tavolini, che i piu' golosi utilizzeranno per fare uno spuntino...

STASERA AL CINEMA.

Per non disturbare il guidatore poi, probabilmente estasiato dal volante sportivo AMG con cambio al volante, sono previsti per i passeggeri ben quattro flatscreen tft da 7 pollici con lettore DVD. Non è dato sapere se tra gli optional sia prevista una copia di Fast and Furious....

COME TU MI VUOI.

In attesa di sapere se verrà prodotta in serie e a che prezzo, una certezza c'è già. La Vision R63 AMG, questa la denominazione ufficiale dell'ultimo sogno Mercedes, può fare tutto. Va bene per fare la spesa del Sabato, per andare in vacanza nella baita di montagna e anche per andare a una serata di gala. Se poi si abita vicino ad un autodromo... basta indossare casco, tuta e guanti e il gioco è fatto. Chissà, magari la Mercedes la utilizzerà anche come Safety Car in F1....
Pubblicato da Luca Pezzoni, 15/09/2005
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox