Autore:
Marco Congiu

QUELLA NUOVA Si iniziano a rincorrere le prime voci ed i primi rumos sulla nuova generazione di Citroen C4 Cactus. La notizia praticamente certa è che il modello vedrà la luce nel 2020, ed utilizzerà la nuova piattaforma CMP, condivisa con le prossime generazioni di Peugeot 208 e nuova Opel Corsa. Ma c'è molto di più: la nuova Citroen C4 Cactus sarà dotata di motori ibridi, seguendo la linea già tracciata da Peugeot e che abbiamo visto da vicino in occasione dell'ultimo Salone di Parigi. La vera notizia, però, è che l'auto sarà disponibile anche in versione completamente elettrica.

BRAIN SHARING La tecnologia che porterà con sé la nuova Citroen C4 Cactus è condivisa e comune al gruppo PSA. La piattaforma modulare CMP consentirà un importante travaso tecnologico tale da garantire alla C4 Cactus, secondo quanto dichiarato dal vicepresidente Global Marketing e Communication Arnaud Belloni ad Autocar, di essere la prima vettura del double chevron ad essere disponibile completamente elettrica dai tempi recenti della C-Zero.

CONFORT EVOLUTO La Citroen C4 Cactus sarà tutta nuova, a cominciare dal design che attingerà a piene mani dalla Cxperience Concept del 2016. Di pari passo si miglioreranno aspetti caratterizzanti dell'azienda francese, confort su tutti grazie a nuovi sedili e migliori finiture. Il tappeto volante, nomignolo vezzoso con cui si chiama la tecnologia sospensiva del double chevron, sarà ancora la punta di diamante.

I CONCEPT NEL 2019 Al Salone di Ginevra 2019 verrà presentata una concept che anticipa le forme della nuova C4 Cactus, mentre nel corso dell'anno troveremo – verosimilmente a Shanghai – i primi dettagli tecnici della C4 Cactus elettrica. La data del debutto dovrebbe con ogni probabilità essere nel corso del 2020. Ignoti ancora i motori benzina e BlueHDI, così come i prezzi e l'autonomia della versione green.


TAGS: citroën citroën c4 cactus C4 cactus