Pubblicato il 17/05/21

NIENTE BATTERIE, SIAMO INGLESI Nonostante le comprensibili resistenze iniziali, anche i più blasonati produttori inglesi stanno cedendo al fascino dell’elettrico. McLaren ha presentato Artura, la sua prima supercar ibrida plug-in; Aston Martin presenterà da qui al 2025 la sua prima auto elettrica; Lotus Emira potrebbe essere l’ultima della casa inglese con motore termico, prima dell’avvento di bolidi elettrici come la Evija e la R9

Caterham, in cantiere la prima elettrica inglese

AUTO STORICA Oggi tocca a un’altra leggenda delle quattro ruote british, Caterham, che starebbe sviluppando la versione elettrica della sua storica Seven: l’unico modo possibile per garantire alla piccola due posti di sopravvivere in un mercato che impone limiti sempre più stretti alle emissioni inquinanti delle automobili. Il finanziamento dell’operazione è garantito da VT Holdings, la società che importa le Caterham in Giappone, e che ha rilevato l’intera azienda. 

Caterham, in cantiere la prima elettrica inglese

NESSUN TIMORE Considerato il peso maggiore delle auto elettriche, dovuto alla presenza delle batterie, qualche perplessità sulla nuova Caterham in versione BEV è più che giustificata. Per rassicurare gli appassionati della casa inglesi è intervenuto lo stesso CEO Graham Macdonald, secondo cui la due posti elettrica “si guiderà e si comporterà come una vera Caterham”. 

COME CAMBIERÀ Per poter gestire il maggior peso dovuto agli accumulatori verranno modificati telaio e sospensioni, mentre non è previsto al momento un sistema di recupero dell’energia in frenata (per risparmiare peso). Dal punto di vista estetico l’auto dovrebbe rimanere sostanzialmente identica all’attuale, anche se Macdonald non esclude di farla “più grande e comoda”. Per quanto riguarda le prestazioni, l’eretica Caterham elettrica dovrebbe riuscire a star dietro all’attuale 620R, e la sua capacità di raggiungere i 100 km/h da ferma in 2,79 secondi.

Caterham, in cantiere la prima elettrica inglese

QUANDO ARRIVA I primi prototipi dell’auto sono già stati preparati e sono già impegnati nelle fasi di test. L’azienda sta finalizzando gli accordi con i fornitori di motori e batterie (sperando che la crisi dei semiconduttori non metta i bastoni tra le ruote). Non è esclusa una versione con ricarica rapida o addirittura una batteria removibile, da sostituire al volo. La prima Caterham elettrica potrebbe arrivare già nel 2023, in concomitanza con il cinquantesimo anniversario della casa di Crawley, nel Sussex inglese.


TAGS: bev auto elettrica caterham seven sportiva elettrica