IBRIDO SOFT L'auto è fresca di progetto, essendo uscita poco più di un anno fa. L'edizione 2020 di BMW Serie 3, sia station wagon (Touring) che berlina, si limita perciò a correggere la gamma motori. Che a partire dalla primavera accoglie per la prima volta un'unità mild hybrid: il 2 litri diesel da 190 cv di 320d riceve il primo step di elettrificazione, nulla cambia per chi guida tranne che la cifra sul quadro strumenti che registra la media consumi. Nuova BMW 320d mild hybrid (anche xDrive) ferma il contascatti a quota 4,0 l/100 km, cioè qualche punto decimale in meno di 320d comune. Le emissioni di CO2 calano invece a 105 g/km. Presto conosceremo i prezzi: aspettiamoci un ritocco attorno ai 1.500 euro (da 43.000-43.500 euro per 320d sedan cambio manuale).

BMW Serie 3 2020 mild hybrid: infografica

MILD HYBRID EXPLAINED Poco a poco, la tecnologia mild hybrid entra nel lessico degli italiani. Ma ogni occasione è buona per un ripassino, ciascun Costruttore inoltre la declina in forma personalizzata. Per farla breve: su BMW Serie 3 ''MHEV'' l'energia recuperata in sovraccarico e frenata viene utilizzata sia per alimentare il tradizionale circuito elettrico di bordo, sia soprattutto per trasmettere ulteriore potenza motrice. Il generatore di avviamento a 48 Volt fornisce infatti una potenza addizionale di 11 cv: l'overboost elettrico interverrà sia all'accensione del veicolo, sia in accelerazione da fermo. Durante la guida, infine, il motorino elettrico supporta il propulsore a combustione interna, impedendogli di uscire dal suo ideale intervallo di carico, quindi contenendo i picchi di consumo. Quando si pesta forte sul pedale destro, invece, il diesel presterà alla batteria da 48 Volt un carico aggiuntivo di energia.

BMW 320d mild hybrid berlina

AUTO A VELA Il generatore di avviamento perfeziona anche il funzionamento del sistema Auto Start Stop: quando Serie 3 decelera, il 2 litri diesel può spegnersi già a partire da una velocità di 15 km/h, mentre il riavvio è più rapido, ma anche più morbido. Migliorata infine anche la funzione di ''veleggio'', disponibile ora sia nelle modalità Comfort, sia Eco-Pro del selettore di modalità di guida: fino a un'andatura di 160 km/h il 4 cilindri viene completamente spento, anziché ruotare al minimo come succede ora. E il veleggiar m'è dolce, su 320d mild hybrid. Lo scoprirete presto.

BMW Serie 3 mild hybrid, il funzionamento sul display di bordo

DOWNSIZING L'elettrificazione del 2 litri diesel non è l'unico intervento a Serie 3 2020. Completa il portafoglio aggiornamenti anche la nuova versione del 2 litri turbo benzina a 4 cilindri da 156 cv e 250 Nm, sigla BMW 318i. Disponibile in carrozzeria berlina e Touring, il nuovo 2.0 TwinPower Turbo si aggiunge alle edizioni da 184 cv (320i) e 256 cv (330i), e rispetto ad esse minimizza più i consumi (da 5,3 l/100 km) che non le prestazioni, visto che lo 0-100 km/h ferma pur sempre il cronometro all'altezza degli 8,4 secondi (3 decimi in più la wagon). Come equipaggiamento standard, la trasmissione automatica Steptronic a 8 rapporti. La popolarità di Serie 3 può ora solo che aumentare.


TAGS: bmw mild hybrid 48V bmw serie 3 2020 bmw 320d mild hybrid