Pubblicato il 05/12/2019 ore 16:45

SUPER WAGON È tutta nuova e punta al vertice della categoria. Come da tradizione la nuova BMW Serie 3 Touring vuole essere il punto di riferimento nel mondo delle station wagon. Lei è la risposta perfetta per chi ha bisogno di tanto spazio a bordo senza rinunciare a comfort e piacere di guida. In altri termini è l'anti-SUV per eccellenza dei giorni nostri e la sua aerodinamica, baricentro basso e distribuzione dei pesi spostano l'ago della bilancia a favore dei consumi e handling. Vi ho convinto solo con ilprimo paragrafo? No? Allora leggetevi tutta la prova su strada con BMW 320d Touring Sport, per scoprire pregi e difetti della nuova station wagon premium.

SI DISTINGUE Non mi soffermo sul design della nuova BMW Serie 3 Touring visto che questo tema è stato ampiamente affrontato durante la presentazione internazionale. Mi limiterò a scrivervi che è certamente la Serie 3 dal look più sportivo di sempre e nella versione Touring si scrolla di dosso le similitudini con qualche giapponese (a differenza della berlina). Sì, trovo più originali le linee della station wagon e la sua polivalenza d'utilizzo: volete un esempio per tutti? Il lunotto in vetro è, ancora una volta, apribile e risolve tanti problemi di carico.

BMW 320d Touring, bagagliaio

COME VA Ma veniamo al piatto forte perché quando penso ad una nuova BMW pretendo subito di divertirmi al volante. Se poi la trazione è posteriore e il cambio automatico sportivo Steptronic a 8 rapporti (opzionale con buona pace per il vecchio manuale) sulla mia faccia troverete un sorriso che va da orecchio a orecchio. Nell'allestimento Sport la Serie 3 viene dotata di un volante sportivo a tre razze dall'impugnatura corposa, viene voglia di stritolarlo con forza ma per lanciarsi tra le curve ne serve ben poca. Almeno inizialmente quando il volante è leggero ma superato un certo angolo diventa improvvisamente più incisivo. Con Lei posso decidere se guidare pulito o esagerare in percorrenza di curva. In quest'ultima occasione ti accorgi subito che il motore spinge le ruote dietro. Trazione posteriore baby, e senza disattivare i controlli di stabilità, la sensazione è quella di poter pennellare le traiettorie con il gas. Se invece non vado di fretta mi godo l'esperienza di guida vellutata che offre questa nuova 320d che per comfort assomiglia ad una vera e propria ammiraglia. Una serie 5 del passato per intenderci.

IN BUSINESS CLASS In più il cambio automatico sportivo non mi fa rimpiangere la trasmissione manuale. Mi piace la sua fluidità e precisione negli innesti oltre alla possibilità di gestire il tutto con i paddle al volante. Se poi voglio più reattività tocco il pulsante vicino alla leva del cambio e passo dalla modalità Comfort alla Sport. Così la risposta del motore, sterzo e del cambio diventano più reattivi e l'assetto, con le sospensioni Adaptive M opzionali, si irrigidisce tantissimo e l'inclinazione in curva si riduce ai minimi termini, per un'ottima reattività nei cambi di direzione.

BMW 320d Touring, dinamica

CONSUMI E PRESTAZIONI Sotto al cofano della 320d c'è il motore turbodiesel da 190 cavalli e 400 Nm di coppia tra i 1.750 e 2.500 giri/minuto. Ha una grande schiena e spinge forte la Touring fino ai 230 km/h di velocità massima, staccando lo 0 a 100 km/h in soli 7,1 secondi. Niente male per una station wagon da businessman, no? E se i consumi sono il vostro pensiero più ricorrente dovete sapere che durante la prova su strada, tra autostrada, extraurbano e città la media registrata da computer di bordo è stata di 6.1 litri di gasolio per percorrere 100 km.

CI STA IN GARAGE? Vi ho risparmiato dalla descrizione esterna della nuova Serie 3 Touring ma non posso esimermi dal raccontarvi come si vive a bordo. Innanzitutto è cresicuta parecchio rispetto al passato, toccando in lunghezza 4,71 metri, 1,82 in larghezza e 1,47 in altezza. Dimensioni maggiori per offrire un bagagliaio da 500 a 1.510 litri di capacità. La nota stonata è il tunnel centrale, decisamente accentuato, che toglie spazio alle gambe di chi siede nel mezzo del divano posteriore. Però gli interni sono assemblati con materiali dalla consistenza e dal look premium, con accostamenti ricercati. Curatissimo persino il bagagliaio: senza stantuffi a vista, amplissimo all'imboccatura, e con due doppi fondi, il più grande dotato di sostegno.

BMW 320d Touring, interni

EFFETTI SPECIALI Ma i veri plus, oltre al lunotto apribile, sono le guide attive nel pavimento del baule: aiutano a far scorrere i bagagli in fase di carico e poi, alla chiusura del portellone, sollevano di pochi millimetri un supporto in gomma che aiuta a frenare le valigie. Un optional da 310 euro. Quasi tutto, va detto, si paga a parte, ma la lista di dotazioni hi-tech che si possono avere sulla nuova Serie 3 Touring è ancora molto lunga e comprende, tra l'altro, fari con tecnologia laser che illuminano fino a 530 metri (optional da 2.040 euro).

IN RETRO DA SOLA Un altro sistema che sbalordisce è la possibilità di effettuare manovre in retromarcia senza agire sul volante. Un esempio pratico è quello di finire, come successo al sottoscritto, in un vicolo stretto senza via d'uscita... così basta premere un tasto sullo schermo centrale, inserire la retromarcia e aspettare che l'auto effettui la manovra al posto nostro copiando fedelmente (fino a 50 metri di strada percorsa) il tragitto precedente. Poi ci sono telecamere a 360° che registrato l'attività dell'auto in caso di impatto fino a 40 secondi prima. Un aiutone in caso di sinistro. Telecamere che possono essere sfruttante anche attraverso il nostro smartphone scaricando l'app BMW Connect. Così so cosa succede attorno alla mia BMW in tempo reale. Per non parlare, poi, dell'assistente vocale che si attiva esclamando ''Hey, BMW'' e mi permette di interagire con l'auto. Posso chiedere una miriadi di informazioni, cambiare stazione radio, gestire il climatizzatore o verificare lo status del veicolo. Non è ancora presente la connettività con Adroid Auto mentre Apple CarPlay si paga a parte, scaricandola come una semplice app dallo store di BMW.

BMW 320d Touring, frontale

QUANTO COSTA La nuova BMW 320d Touring parte da 49.500 euro, che diventano 72.150 euro e 50 centesimi se la volete accessoriata come quella della prova su strada. Questo salto di prezzo è dovuto in gran parte a questi principali optional: sospensioni adattive, fari laser, cambio automatico sport, variable sport steering, driving assistant professional, parking assistant plus, bmw drive recorder, Comfort Package, Pacchetto Innovation, Pacchetto Travel e molti ancora. 

SCHEDA TECNICA BMW 320d Touring Sport

    • Motore: 4 cilindri, 1.995 cc, turbodiesel
    • Potenza: 190 CV a 4.000 giri/minuto
    • Coppia: 400 Nm a 1.750 giri/minuto
    • Consumi: tra 4.2 e 4,8 l/100 km
    • Prestazioni: 230 km/h; 0-100 km/h in 7,1”
    • Cambio: Steptronic 8 rapporti
    • Trazione: posteriore
    • Misure: 4,71 x 1,82 x 1,47 m; 1.700 kg
    • Posti: 5
    • Bagagliaio: da 500 a 1.510 litri
    • Prezzo: da 49.500 euro


TAGS: bmw serie 3 touring bmw prova su strada bmw 320d touring sport