Anteprima

BMW M4 Cabriolet


Avatar di Marco Rocca , il 04/04/14

7 anni fa - Quando la scoperta si fa "M"olto interessante

Al Salone dell'auto di New York BMW porta in scena la sorella scoperta della M4, la M4 Cabrio. 431 cv per 4,4 secondi nello 0-100. Tanta la tecnologia a bordo a cominciare dal nuovo tetto in metallo che si ripiega in 20 secondi fino a una velocità massima di 18 km/h. 

UNA GRAN BELLA QUINTA Non mi riferisco alla misura di reggiseno di una ragazza procace ma all’ultima generazione della BMW M3 Cabriolet, che come vuole la nuova numerazione della casa tedesca, si chiama BMW M4 Cabriolet distinguendosi dalla berlina (che continua a chiamarsi Serie 3).

LA MECCANICA Come la sorella M4 con il tetto fisso, anche la BMW M4 Cabriolet è stata creata per garantire il massimo delle prestazioni e del piacere di guida condividendo lo stesso concetto di intelligent lightweight construction, vale a dire struttura leggera con largo uso di alluminio e materiali leggeri. Come da tradizione, il pezzo forte della M4 Cabrio alberga sotto il cofano dove trova posto un 6 cilindri in linea biturbo di 3 litri studiato anche per frullare tra i cordoli di un circuito e, perciò, ottimizzato dal punto di vista del raffreddamento (con numerosi radiatori destinati allo scopo) e della lubrificazione (con una pompa principale in magnesio, una pompa ausiliaria e un sofisticato sistema di ricircolo). Capace di scaricare a terra 431 Cv tra 5.500 e 7.300 giri, il 6 cilindri in linea vanta un picco massimo di coppia di 550 Nm già disponibili a partire da 1.850 fino 5.500 giri. A condire il tutto come olio sull’insalata ci pensano un albero di trasmissione e barra duomi in carbonio.

VEDI ANCHE



PESO FORMA Con 1.750 kg fatti segnare sulla bilancia di certo l’Emmequattro scoperta non è una piuma anche se all’atto pratico si sono risparmiati 60 chili rispetto al modello precedente ma, visto il tetto in metallo ripiegabile, i rinforzi sulla cornice del parabrezza e i rollbar, ballano ancora ben 250 kg in più rispetto alla coupé (un po’come portarsi dietro sempre 4 persone). Con il cambio meccanico a 6 marce di serie, la BMW M4 Cabriolet dichiara 4″6 nello 0-100, che diventano 4″4 con il doppia frizione M Double Clutch a 7 marce. La velocità massima, naturalmente, è elettronicamente limitata a 250 km/h.

EQUIPAGGIAMENTI La sua caratteristica principale in quanto cabrio è ovviamente il tetto ripiegabile, che nel caso della M4 è in metallo e scompare dietro i sedili posteriori in 20″. Anche in movimento fino a una velocità massima di 18 km/h. E nemmeno la M4 cabrio sfugge alla regola “tetto che ripieghi, litri del bagagliaio che perdi”, così con l’hard top ripiegato la capienza del baule scende da 370 a 220 litri. Come di consueto l’equipaggiamento di serie è di quelli ricchi, con ruote in lega da 18″ e pneumatici da 255/40 R18 davanti e 275/40 R18 dietro, differenziale attivo M, servosterzo con Servotronic e tre modalità di settaggio (COMFORT, SPORT e SPORT+). Tra gli optional più interessanti figurano le sospensioni attive Adaptive M, l’impianto freni con dischi in carboceramica come in foto (si distinguono per le pinze di colore oro), Driving Assistant Plus che vi avvisa all’imminenza di un impatto, navigatore satellitare Professional e Head-Up Display. La vedremo al salone dell’auto di New York. 


Pubblicato da Marco Rocca, 04/04/2014
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox