Pubblicato il 05/11/20

ECCO L'ESPERTO Quando i complimenti a scena aperta giungono da chi, le auto elettriche, le frusta per mestiere, non ti resta che prendere nota. E chiedere semmai, all'autorevole interlocutore, le ragioni di tanto entusiasmo. Tra i primi fortunati ad assaggiare le proprietà di Audi e-tron GT, la berlina elettrica che i Quattro Anelli spareranno nella mischia l'anno prossimo, è un tizio che di auto da corsa e di auto a batterie si intende eccome. Un tizio di nome Lucas di Grassi, già pilota di Formula 1 (stagione 2010) nonché Campione del Mondo di Formula E nella stagione 2016/17 coi colori del team Audi Sport ABT Schaeffler. L'invito a esprimere un parere su Audi e-tron GT, in particolare sull'ancor più performante RS e-tron GT, risulta insomma naturale. Il verdetto? Qui sotto, e pure in video (sfoglia gallery).

GRANTURISMO VS MONOPOSTO Il contesto è il circuito di Neuburg an der Donau, a un tiro di schioppo da Ingolstadt. A di Grassi sono sufficienti cinque giri, per maturare un'opinione su RS e-tron GT''La macchina è divertente! Ovviamente, una Gran turismo è totalmente diversa da un'auto da corsa. Ma esistono anche parallelismi, soprattutto l'accelerazione, potente e disponibile per molto tempo''. Per la cronaca, RS e-tron GT copre lo 0-100 km/h in meno di 4 secondi. Basata sulla stessa piattaforma di Porsche Taycan, Audi e-tron GT si avvale di tre motori elettrici (due sull'asse posteriore) per una potenza combinata di 440 cv. La variante ad alte prestazioni RS e-tron GT raggiunge quota 598 cv, che diventano 646 cv con funzione Overboost. Pacco batterie composto da 396 celle suddivise in 33 moduli, dalla capacità netta di 83,7 kWh (93,4 kWh lordi). In vendita dal 2021, con prezzi (in Germania) a partire da circa 138.000 euro

BOLLENTI SPIRITI Il merito di tanta esuberanza risiede, almeno in parte, nella super efficiente gestione termica. Audi e-tron GT si avvale di due circuiti di raffreddamento per i componenti tecnici, chiamati a gestire diversi livelli di temperatura. Quello più freddo controlla la temperatura della batteria ad alta tensione, quello più caldo serve invece i motori elettrici (che insieme generano oltre 270 kW) e l'elettronica di potenza. Un terzo circuito, infine, si occupa del riscaldamento per gli interni. Ognuno dei circuiti è poi interconnesso tramite speciali valvole.

PREVIDENTE Soffermandosi su un aspetto cruciale, come il raffreddamento della batteria. Quando l'auto percorre lunghe distanza con funzione di navigazione attiva, il pianificatore di percorso fornisce suggerimenti su dove caricare la batteria. Circa mezz'ora prima dell'arrivo dell'auto alla stazione di ricarica selezionata, il sistema di gestione termica inizia così a regolare la temperatura della batteria in modo che corrisponda esattamente al suo stato di carica e a quello della stazione stessa. Chi l'avrebbe immaginato.

SOSPENSIONI Detto dell'erogazione di potenza, focus ora sul telaio. Responsabile della messa a punto delle sospensioni è la divisione Audi Sport GmbH. ''Il comportamento in pista della vettura mi ha piacevolmente colpito'', afferma di Grassi. ''In qualità di Gran turismo, nuova RS e-tron GT deve anche offrire un buon comfort di marcia, tuttavia devo dire che aderenza e precisione in curva sono decisamente degni di nota''. e-tron GT beneficia di molle a tripla camera d'aria dai molteplici vantaggi: consentono un comfort di sospensione di base morbido, forniscono maggior libertà nel setup e nell'altezza di marcia, soprattutto interagiscono perfettamente con gli ammortizzatori a controllo elettronico, modulabili su tre modalità progressive di rigidità tramite il programma Audi drive select.

ALL WHEEL STEERING E se l'handling di RS e-tron GT somiglia in tutto e per tutto a quello di una GT da competizione, la ragione risiede anche nella tecnologia di sterzo integrale: alle basse velocità, le ruote posteriori girano nel senso opposto a quelle anteriori per una maggiore agilità, e nella stessa direzione a velocità più elevate per motivi di stabilità. Lo sterzo della ruota anteriore ha in particolare un orientamento sportivo diretto, ma senza un rapporto acuto. Da Gran turismo autentica, insomma.

AEROFRENI ''Grazie ai dischi in fibra di carbonio e ceramica, RS e-tron GT - prosegue di Grassi - offre prestazioni di frenata davvero buone: forti, precise, controllabili. Inoltre trovo le grandi ruote da 21 pollici le più affascinanti mai montate su un'Audi: un design sofisticato e soprattutto aerodinamico''. La e-tron GT viene fornita di serie con dischi in acciaio e ruote da 20 pollici al posteriore e 19 pollici all'anteriore: pesano solo circa 12,5 kg ciascuna, il che offre vantaggi anche in termini di consumo e autonomia.

LA STRADA GIUSTA Da Lucas di Grassi, infine, due parole sul consumo di energia, parola chiave sia per un pilota di Formula E, sia per un promotore come lui della protezione del clima attraverso l'innovazione (alle Nazioni Unite, di Grassi è ambasciatore dell'aria pulita, mentre in Brasile ha dedicato le sue attività alle nuove tecnologie anche nei panni di imprenditore). Cioè la stessa filosofia dei Quattro Anelli: ''La mobilità elettrica - sostiene il driver sudamericano - è la strada giusta, a condizione che l'elettricità provenga da fonti rinnovabili. All'inizio degli anni 2010 ho aiutato a far decollare la Formula E perché esprimeva proprio questo principio: oggi mi è ancora più chiaro che il futuro appartiene alle auto elettriche, sia su strada che in gara''

DALLA PISTA ALLA STRADA Nel 2017 Audi è stato il ​​primo Costruttore tedesco ad entrare in Formula E con un impegno diretto, nella convinzione che la guida elettrica potesse essere altrettanto dinamica, affascinante ed emozionante dei sistemi tradizionali, inoltre che il motorsport avvantaggiasse anche lo sviluppo delle auto di serie. Audi e-tron GT figlia legittima dell'esperienza in pista maturata in un triennio intero. Le premesse suonano allettanti.


TAGS: audi prova in pista lucas di grassi audi e-tron gt Audi RS e-tron GT