PICCOLA GRANDE A1 Guidare un'Audi senza dover spendere chissà quanto, un'opportunità che da quando esiste A1 è una realtà concreta. Si paga pegno in termini di spazio, certo, ma vuoi mettere il prestigio? La seconda generazione risale al 2018, tuttavia la gamma è in continuo aggiornamento. Nel 2019 nuova Audi A1 Sportback ha guadagnato nuove motorizzazioni, ampliando il ventaglio di proposte dell'utilitaria più esclusiva del mercato. A fine anno, ecco anche A1 Citycarver, perché se non fai il verso ai Suv, oggi sei fuori. Col 2020, infine, nuovi esclusivi pacchetti di personalizzazione (Identity Black e Identity Contrast). Che abbondanza. Tra propulsori, allestimenti, trasmissioni e soprattutto carrozzerie, quale versione scegliere? Come saldare il conto? La nostra mini-guida all'acquisto.

A1 SPORTBACK Per la propria seconda generazione (prima A1 datata 2011), la segmento B di Ingolstadt adotta un frontale più massiccio e movimentato, non dissimile da quello del mini-Suv Q2. Più larga e ribassata che in passato la griglia esagonale, più squadrati i gruppi ottici, più grandi le prese d'aria laterali. Sport-utility-style anche il posteriore: il lunotto si allontana da terra, i fari acquistano un effetto tridimensionale. Nuova Audi A1 Sportback cresce anche nelle misure esterne: lunghezza di 4,03 metri, larghezza di 1,74 m, altezza a quota 1,41 m. Proprio l’ampia carreggiata e gli sbalzi ridotti aggiungono sportività al look complessivo, ora del tutto allineato a quello degli ultimi prodotti dei Quattro Anelli.

Audi A1 Citycarver

A1 CITYCARVER Da qualche mese, dicevamo, Audi A1 è sigla che individua non un singolo prodotto, ma una gamma intera. Alla Sportback si aggiunge A1 Citycarver, ovvero A1 in salsa crossover: assetto rialzato di 4 cm, protezioni in stile Allroad, pneumatici di spalla maggiorata, infine griglia single frame senza alcuna interruzione di continuità tra tra sotto e sopra, proprio come sui modelli della gamma Q. Le misure? 1 cm più lunga di sorella Sportback.

COM'È DENTRO La portata principale offerta da nuova A1 Sportback (imitata pari pari dalla Citycarver) è indubbiamente lo schermo tattile del sistema MMI Touch integrato all'interno della plancia, incorniciato dalle bocchette d'areazione e inclinato verso il conducente con un angolo di 13 gradi, così da non distrarre eccessivamente la guida. Non spariscono tutti i comandi fisici: i pulsanti e le manopole della climatizzazione abitano giusto al piano di sotto. Il volume del bagagliaio  cresce di 65 litri: in configurazione standard, il vano ha una capienza di 335 litri, mentre con lo schienale posteriore abbattuto si arriva a 1.090 litri. La soglia di accesso a soli 67 cm da terra risulta a sua volta più comoda per le operazioni manuali.

Audi A1 Sportback, gli interni

MOTORI Escluse ormai le alternative turbodiesel, l'offerta consiste oggi in una gamma di propulsori turbo benzina TFSI (iniezione diretta e filtro antiparticolato) dal range di potenza da 95 a 200 cv. Cubature che spaziano da 1 litro (3 cilindri) a 2 litri, passando per la cilindrata 1.5. Nell'ordine: A1 Sportback con 1.0 TFSI 95 cv (25 TFSI) o 116 cv (30 TFSI), 1.5 TFSI 150 cv (35 TFSI), 2.0 TFSI 200 cv (40 TFSI). A1 Citycarver con soltanto, per ora, 1.0 TFSI 95 cv (25 TFSI) o 116 cv (30 TFSI). In abbinamento alle varie le unità, di serie alternativamente il cambio manuale a 5 marce (25 TFSI), il manuale a 6 marce (30 TFSI), oppure la trasmissione automatica doppia frizione S tronic a 7 rapporti (35 TFSI, 40 TFSI).

SU STRADA Tra le utilitarie, in termini di puro feeling di guida Audi A1 Sportback 2019 ha poche eguali. Sui punti forti sono agilità e precisione di inserimento, grazie al peso contenuto e ad uno sterzo leggero, ma reattivo. Il massimo del piacere lo si raggiunge con il cambio S tronic, ma pure la trasmissione manuale svolge il proprio dovere qualunque siano le esigenze del momento, guida veloce o in tutto relax. Più orientata al mild off-road, ma con proprietà dinamiche simili alla sorella a guida bassa, è poi A1 Citycarver: siedi leggermente più in alto, quindi domini meglio la strada e vedi più lontano. 

Audi A1 Sportback, su strada è un gioiellino di dinamica

ALLESTIMENTI/1 Arriviamo così alle novità 2020. Parlando di A1 Sportback, la versione base include sempre cerchi in lega da 15 pollici, specchietti esterni regolabili e riscaldabili elettricamente, volante in pelle multifuzione, cruscotto digitale, e come assistenti di guida, Pre Sense Front, Lane Departure Warning e limitatore di velocità (oltre alla chiamata di emergenza eCall). La versione Admired (+1.090 euro) aggiunge cerchi da 16 pollici e dettagli in alluminio, come battitacco anteriore e cornice per calandra single frame, lo step Admired Advanced (+800 euro) porta con sé anche clima bizona, ausilio al parcheggio in retromarcia, interni in look alluminio e vernice metallizzata, effetto perla o pastello. Con l'esclusivo equipaggiamento S line Edition (+1.585 euro) si ha diritto ad assetto sportivo, pacchetto per gli esterni dedicato, cerchi in lega da 17 pollici. Fa la sua comparsa ora anche il livello ''Identity Black'' (+1.900 euro): basato sulla S line, aggiunge cerchi da 18 pollici a 10 razze, look esterno total black, vetri posteriori oscurati e la chicca del tetto nero a contrasto.

ALLESTIMENTI/2 Più raccolta l'offerta dedicata per il momento ad A1 Citycarver, proposta in tre sole versioni. La base prevede volante in pelle, clima manuale, quadro strumenti digitale da 10,25 pollici, display centrale da 8,8 pollici per radio MMI plus, connettività Bluetooth e Usb, inoltre (lato sicurezza) mantenimento di corsia (Lane departure warning) e frenata automatica di emergenza (Audi pre-sense front). L'upgrade Admired (+900 euro) aggiunge cerchi in lega da 17 pollici, climatizzatore automatico, sistema di ausilio al parcheggio, interni in look alluminio e Audi smartphone interface con predisposizione Apple CarPlay ed Android Auto. Novità 2020 è l'allestimento ''Identity Contrast'' (+1.200 euro): solo per motore 35 TFSI, il livello Admired viene completato da cerchi da 18 pollici a 5 razze, tetto e calotte specchi retrovisori a contrasto in Nero Mythos o Grigio Manhattan, infine il nero look per i dettagli esterni. Completano l'upgrade 2020 i pacchetti aggiuntivi Ambient (illuminazione interna), Comfort (accessori pratici) ed Epic (impianto audio Bang & Olufsen da 560 Watt con tecnologia 3D).

Audi A1 Citycarver Identity Contrast, nuovo allestimento 2020

PREZZI Lato A1 Sportback, il listino spazia dai 22.200 euro di Audi A1 Sportback 25 TFSI in allestimento base ai 35.375 euro di A1 45 TFSI S tronic Identity Black. Quanto ad A1 Citycarver, range dai 24.300 euro di A1 25 TFSI base ai 29.000 euro di A1 35 TFSI S tronic Identity Contrast.

AUDI VALUE Tra le formule di acquisto di A1 Sportback, anche la formula Audi Value, pacchetto studiato su misura per coloro che cambiano auto con una certa frequenza, in funzione di esigenze sempre in divenire. Funziona così: versi un anticipo, paghi 23 rate dell'importo prestabilito, e dopo 2 anni sei libero di restituire l'auto, riscattarla sostituirla con un nuovo modello, a un valore garantito in via preliminare al momento dell'acquisto. Audi Value è attivo in particolare su A1 Sportback 1.0 TFSI Admired S tronic (25.020 euro il prezzo di listino, che scende a 22.460 euro con finanziamento): anticipo di 5.420 euro, 23 rate mensili da 199 euro, Valore Futuro Garantito o maxirata finale di 13.855 euro. Audi Value soluzione democratica e flessibile.


TAGS: audi guida all'acquisto Audi A1 Sporback audi value audi a1 citycarver