Pubblicato il 29/10/20

HI-TECH CITYCAR Nativa digitale la era già, vista la sua tenera età (seconda generazione del 2018). Ora tuttavia Audi A1 compie un altro step verso il processo di completa informatizzazione, introducendo un sistema di infotainment ancor più evoluto (MIB 3). Non solo: ambedue i motori a benzina di A1 Sportback e A1 Citycarver 2021 ottengono la certificazione WLTP di grado massimo.

Audi A1 Citycarver

HEY, A1! Per la prima volta, A1 riceve dunque in regalo da mamma Audi la piattaforma di infotainment cosiddetta MIB 3, un sistema cioè dalla potenza di calcolo e dalle funzionalità nettamente superiori alla precedente MIB 2+. Tra gli upgrade, l'aggiornamento gratuito delle mappe una volta al mese anziché ogni tre mesi e il comando vocale attivabile pronunciando le formule ''Hey Audi'', oppure ''Alexa''. Proprio Alexa, l'assistente vocale di Amazon, è preintegrato nei comandi MMI e consente al conducente di accedere ai medesimi servizi disponibili da casa, o dai dispositivi abilitati. Inedita anche la schermata home del menu principale del display, mentre in luogo delle prese USB di tipo A fanno ora la loro comparsa i più compatti attacchi bidirezionali di tipo C.

Audi A1, gli interni

PIÙ ECOLOGICA Parallalamente ai rinforzi al suo ecosistema digitale, Audi A1 riceve anche l'omologazione antinquinamento Euro 6d-ISC-FCM - detta anche WLTP 3.0 - per le motorizzazioni turbo benzina 1.0 (30) TFSI 110 cv e 1.5 (35) TFSI 150 cv. Ne consegue che i consumi calano di circa il 10%: rispetto a una precedente media di 6,4-6,7 l/100 km, il 3 cilindri 1.0 TFSI registra ora valori di 6,2-6,5 l/100 km. Gamma A1 2021 già ordinabile, prezzi a partire da 22.200 euro per la Sportback e da 24.300 euro per la Citycarver.


TAGS: audi audi a1 audi A1 2021