Autore:
M.A. Corniche
Pubblicato il 06/02/2006 ore 14:28

EX PATATONA Un po' troppo esagerata nello stile innovativo e allo stesso tempo un po' troppo patatona. L'abito fa il monaco e la prima serie di S80, auto eccezionale per comfort e doti di guida, è stata ingiustamente snobbata. La S80 non l'ha presa bene, relegata agli ultimi posti nelle classifiche delle ammiraglie a favore di berline più scontate e decisamente meno eccezionali nelle qualità.

SGUARDO TRUCE

Che se la sia un po' presa e che abbia perso parte del suo imperturbabile aplomb svedese lo si vede dalla faccia dura con cui affronta la strada, con il naso Volvo più pronunciato e fari più cattivelli. Per difendersi dalle concorrenti le fiancate hanno spalle meno morbide e più taglienti, raccordate in coda con la curva sportiva su cui appoggia il lunotto piatto, ripresa dalla S60. Il paraurti posteriore è bello massiccio e spinge verso l'alto le luci dalla classica forma scavata delle Volvo moderne.

APRIPISTA

Dalle prime immagini, sembra più riuscito il frontale e il tre quarti anteriore piuttosto che il posteriore, ma per il giudizio finale è meglio attendere il debutto sulle strade, atteso per il prossimo giugno. Come per la prima S80, anche la nuova svolge il ruolo di apripista a una famiglia di pianali tutta nuova che equipaggerà anche le prossime Volvo di taglia medio-grande.

ANCHE INTEGRALE

Grande novità per conquistare nuovi Volvisti aldilà dell'Oceano Atlantico, è il nuovo V8 compatto di 4.4 litri, già ospitato dal vano motore della XC90, con 315 cavalli e una coppia di 440 Nm e una profonda coscienza ecologica. È montato trasversalmente, per la solita attenzione di Volvo alla sicurezza e per lasciare intatta la straordinaria abitabilità della S80, oltre che per conquistare anche chi vive tra le montagne del Colorado. Al V8 è possibile abbinare anche la trazione integrale.

DOPPIA ALZATA

Trasversalmente è montata anche l'altra vera novità per tutte le Volvo a venire, il nuovo motore a sei cilindri in linea, così compatto da avere il medesimo ingombro del cinque cilindri Volvo. Ha una cilindrata di 3,2 litri ed eroga 238 CV, con 320 Nm di coppia massima ed è dotato del sistema di fasatura variabile delle valvole VCT (Variable Cam Timing) e del sistema CPS (Cam Profile Switching) sul lato di aspirazione: l'albero a camme è disegnato in modo tale che le valvole di aspirazione siano alzate a due altezze diverse in base al regime di rotazione e al carico del motore. Si limitano consumi ed emissioni nella guida normale e si ottengono prestazioni sportive quando si preme a fondo sull'acceleratore.

CI SONO ANCHE LORO

Completano la famiglia di motori della nuova S80 il cinque cilindri turbo da 2,5 litri, con 200 CV e 300 Nm di coppia, e l'ultima generazione del cinque cilindri 2.4 turbodiesel, interamente progettato e costruito da Volvo, con 185 cavalli e 400 Nm di coppia massima.

VENTRE PIATTO All'interno la S80 riprende i canoni stilistici delle nuove Volvo, con la consolle centrale piatta e spessa come un libro come quella di S40 e V50: soluzione originale, elegante e decisamente funzionale che lascia spazio a una vaschetta portaoggetti sotto la plancia. Lo schermo del navigatore satellitare rimane nella posizione più comoda e che offre minore distrazione dalla guida, pronto a uscire dalla parte superiore della plancia.

SUPERSICURA

E il tema della sicurezza per Volvo rimane un punto fermo nella progettazione. Oltre ad aver affinato la scocca per ottenere risultati sempre migliori nelle prove di sicurezza passiva, per la S80 Volvo offre di serie il sistema di controllo elettronico della stabilità DSTC, offre come optional le sospensioni a controllo elettronico Four-C e propone un nuovo Cruise Control che adatta automaticamente la velocità in funzione di quella di chi si sta seguendo con la funzione Collision Warning: se il Cruise Control adattivo è spento e l'auto si avvicina a quella che la precede con una rapidità tale da rendere verosimile il rischio di collisione, il sistema avverte il guidatore con un cicalino e un allarme luminoso, oltre ad allertare l'impianto frenante per prepararsi a fornire una frenata più potente. Sempre in tema di sicurezza attiva, i fari sono bi-xenon orientabili, capaci cioè di seguire la traiettoria in curva e non lasciare al buio l'interno della curva.

CONTROLLO CLINICO

La S80 è dotata anche del sistema PCC (Personal Car Communication), un sistema con cui dialoga con il suo proprietario per la scelta del funzionamento di alcune funzioni e con cui parla ancora prima che salga a bordo, avvertendolo della presenza di intrusi all'interno, rilevati grazie a un sensore di battito cardiaco. In attesa che il sistema sia pronto anche ad effettuare un check-up sanitario, aiuta a curare lo spirito l'impianto audio Volvo Premium Sound, con amplificatore Digital ICE Power di Alpine, Dolby Pro Logic II Surround e altoparlanti Dynaudio of Denmark.

TAGS: anteprima: volvo s80 2006