Autore:
M.A. Corniche
Pubblicato il 03/11/2005 ore 13:19

SCARPE GROSSE Per gli incontentabili dell'offroad, la XC70 si mette scarpe grosse e affina il cervello. Volvo Cars of North America, in collaborazione con Ipd, azienda dell'Oregon che dal 1963 mette le mani sulle Volvo, ha elevato l'altezza media delle Volvo con la XC70 AT, che sta per All Terrain.

DESERT STORM Ispirata dalla leggendaria Baja 1000, la XC70 AT si veste in color Saffron, utilizzato per il lancio della C70 nel 1997, per essere in nouance con i tramonti del deserto messicano, con le parti basse in color titanio. Il paraurti anteriore, realizzato da Ipd, incorpora un verricello Warn da 4500 chilogrammi e sul tetto trova posto di tutto, da quattro fari supplementari, alla ruota di scorta fino a un generatore elettrico.

SUA ALTEZZA All'interno, i sedili sono rivestiti in neoprene e sulla plancia gli inserti in legno sono stati sostituiti da parti in alluminio spazzolato. Con cerchi da 20 pollici KMC serie XD (quelli che montano sui big foot, per intenderci) con canale da 10 pollici e gommati pneumatici BF Goodrich taglia 285/50-20, raggiungere l'abitacolo della XC 70 AT non è alla portata di tutti. E, per guadagnare maggiore spazio da terra, la Ipd ha provveduto anche a metter mano al sistema di controllo attivo delle sospensioni Four-C, con elementi pneumatici indipendenti che consentono di variare l'altezza da terra di dieci centimetri, fino a venti centimetri in totale in più rispetto alla XC70 di serie.

DI TUTTO, DI PIU' Per tenere a bada il rollio la XC70 AT monta barre antirollio Ipd da 25 millimetri di diametro all'anteriore e da 28 al posteriore. Anche perché il motore cinque cilindri turbo T5 non è stato dimenticato da Ipd: i cavalli passano dai 300 di serie a 408 grazie alla turbina Garrett GT2835R e al software di gestione di Ipd. La coppia raggiunge il picco di 539 Nm a 4000 giri, gestita dal cambio automatico a sei marce montato dalla XC90 V8 e dalla V70 R e dalla trazione integrale con frizione Haldex.

MISTO ACQUA Il sangue caliente è tenuto in temperatura da un sistema Aquamist di raffreddamento ad acqua direttamente nei cilindri e da un grande intercooler e la respirazione è assicurata da due grandi scarichi in acciaio inox da otto centimetri che, assicura Volvo, producono un suono che non ha nulla da invidiare a quello del V8 montato dalla XC90. A tenere a bada, invece, la potenza pensano i dischi freno forati della Brembo da 33 centimetri di diametro, adeguatamente strizzati da pinze a quattro pistoncini.


TAGS: volvo xc70 at