Prova su strada
Nuova Nissan Juke 2020: vista 3/4 anteriore

Nissan Juke 2020: più spaziosa e tecnologica ma un solo motore

La nuova generazione è un vero passo in avanti: tanta tecnologia, molto più spazio e un look più moderno. Ma c'è un solo motore

29 0
Autore:
Marco Rocca

LA PRIMA SU PIAZZA E’ stata lei ad inventare la categoria dei SUV compatti nel 2010, lo sapevate? Un successone meritatissimo quello della Nissan Juke e le vendite lo hanno dimostrato. Con un unico problema però: da allora non è mai cambiata, con il risultato che la concorrenza un po’ alla volta l’ha lasciata indietro. Dopo quasi due lustri, finalmente da Nissan si sono decisi a ritornare in campo. Ed eccola qui la nuova Juke 2020 che arriverà nelle concessionarie a dicembre 2019. Facciamo il punto.

LE MISURE E’ tutta nuova ma non si è stravolta. Insomma capisci che è una Juke al primo colpo. Anche se a ben vedere la lunghezza è cresciuta e non di poco: raggiunge i 421 cm (7,5 in più rispetto alla precedente generazione). Anche il passo si è ben disteso aggiungendo 10 cm tra i due assi. Siamo a quota 263 cm a tutto vantaggio di tanto più spazio per gli occupanti dei posti posteriori. Ma ci torneremo dopo. 

IL BAGAGLIAIO A beneficiare delle misure più generose c'è anche il bagagliaio più capiente di 68 litri rispetto al passato con 422 litri totali e un pratico doppio fondo asportabile. Niente male considerando le misure esterne abbastanza compatte. Giusto la soglia d’accesso a 80 cm da terra non agevola al massimo il carico di oggetti pensati. Ma del resto è un compromesso accettabile considerando le linee della carrozzeria quasi da coupé

L'ABITACOLO Più moderno l'arredamento interno che alza l'asticella per ergonomia e materiali, con rivestimenti soft-touch per il cruscotto, i pannelli porta e l'appoggio per le ginocchia. Tutte sue le bocchette di ventilazione rotonde che si regolano ruotandole, efficaci e molto ben rifinite. Anche i sedili hanno uno stile diverso dal solito con poggitesta integrati che a loro volta inglobano (scegliendo l'impianto Bose a richiesta) gli speaker. Come gia visto sulla Nissan Micra per capirci. 

IL SISTEMA INFOTAINMENT Il nuovo l'infotainment NissanConnect ora conta su uno schermo da 8 pollici, sul wi-fi integrato e su mappe by TomTom che però ho trovato poco chiare nella grafica. Bene, invece, la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto e la possibilità di avere Live Traffic gratis per i primi 3 anni.

 

LA PIATTAFORMA FRANCESE Una Giapponese dall’accento francese si potrebbe dire, visto che la nuova Nissan Juke è basata sul pianale CMF-B, che condivide con la nuova Renault Captur: grazie al maggiore uso di acciai ad alta resistenza, è più leggera del 6% e rigida del 13%, a vantaggio della precisione di guida fra le curve e anche del comfort. Ma di questo vi parlerò nel "Come va" qui sotto.

GUIDA ASSISTITA Ricca la dotazione di sicurezza, il meglio che si possa trovare in gamma Nissan. Un esempio? Il ProPilot che con il cruise control adattivo e il mantenimento attivo di corsia in autostrada dà alla Juke caratteristiche di guida semi-autonoma di livello 2. Non mancano poi la frenata di emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il rilevamento di segnali stradali, il rilevamento posteriore degli ostacoli in movimento e un sistema attivo di monitoraggio dell'angolo cieco: una novità nel segmento dei crossover compatti, dice Nissan.

QUI MOTORI Quanto ai motori, al momento è previsto solo il tre cilindri 1.0 turbo a benzina da 117 cavalli, che, secondo la casa, garantisce 180 km/h di punta e 10,4 secondi nello "0-100" per la versione con il cambio manuale (poco più di 11 per quella col robotizzato a doppia frizione, optional). Le voci non sono state ancora confermate ma è realistico aspettarsi una variante ibrida. È già confermato, invece, che non ci saranno motori diesel

QUANTO COSTA Infine i prezzi: il listino Juke 2020 attacca a 19.620 euro. Nelle concessionarie da dicembre 2019, avrà un'ampia gamma di personalizzazione. Dalle nuove tinte Burgundy e Fuji Sunset Red alle vernici 2-Tone, con tre colori per il tetto a contrasto rispetto agli 11 della carrozzeria. E con la versione Premiere Edition (solo 30 esemplari) cerchi da 19” dedicati e finiture per il paraurti e le modanature in tinta con il tetto.

 

ORA CI SI STA! La prima cosa che salta agli occhi salendo a bordo è la maggior quantità di spazio utile. Soprattutto dietro dove ora ci si accomoda senza particolari contorsioni, non si tocca con le ginocchia lo schienale anteriore e, grazie al divano sagomato meglio, si gode di maggior comodità

QUELLA PLASTICA Sarà per le dimensioni maggiori, sarà per la cura con cui sono assemblati i diversi materiali in abitacolo, ma ora la Juke da l'idea di essere un'automobile di categoria superiore rispetto al passato. Peccato solo per la parte alta degli sportelli in plastica rigida che abbassa la qualità percepita in un abitacolo che complessivamente risulta essere molto ben fatto. Il posto guida è ampiamente regolabile, la posizione ideale si trova presto. Mi piace anche lo sterzo dalla corona non troppo cicciotta che lascia ampia visuale sulla strumentazione mista analogico digitale.

UNO E UNO SOLO Ma come va su strada la nuova Juke? Tutto ruota attorno all'unico motore oggi previsto in gamma: il 1.0 3 cilindri turbo benzina da 117 cavalli. Le vibrazioni stanno a zero e la sua voce  non arriva mai troppo prepotente in abitacolo anche quando si supera di slancio il regime di cambiata ideale. 

BENE IN CITTA' In città è un alleato ideale, perché ha un erogazione rotonda e sufficientemente corposa da permettere di riprendere dalla marce basse con un certo brio. Un motore che trova la quadratura del cerchio con il cambio automatico DCT a 7 rapporti a doppia frizione

MA IN AUTOSTRADA... Ma è quando si oltrepassa il casello autostradale che il piccolo 3 cilindri patisce un pochino, soprattutto se la strada si fa in pendenza. Un calo fisiologico per un motore di questa cubatura e con questa cavalleria. Insistendo sul gas la potenza arriva ma con il risultato, però, di avere un kick down repentino del cambio automatico e l'impennata dei giri motore. Inoltre i 200 Nm di coppia (con overboost) sono brillanti nell'uso cittadino ma limitati quando si è a velocità autostradale (130 km/h) e, magari, si vuole effettuare un sorpasso deciso.

QUALCHE FRUSCIO L'insonorizzazione è stata migliorata. C'è da dire, però, che qualche fruscio proveniente dagli specchietti laterali, continua a filtrare in abitacolo superati i 120 orari. Se invece la strada si attorciglia la Juke sfodera uno sterzo piacevolmente preciso e freni sempre all'altezza. 

QUI CONSUMI La nuova Juke non è certo una sportiva e non vuole nemmeno esserlo nonstante i cerchi da 19 pollici. Se in curva l'assetto tende al morbido, concedendo un po' di rollio nelle curve prese un po' alla garibaldina, rimane, invece, fin troppo rigido nella prima fase di escursione sulle asperità più secche. E i consumi? Decismente poca strada per esprimere un giudizio completo. Nel ciclo misto, da strumento, ho percorso 6,6 litri per 100 km.


TAGS: nissan nissan juke 2020 nuova juke prova nissan juke 2020

Video
Peugeot 2008 e Nissan Juke 2020 a confronto: il video

Video: nuova Peugeot 2008 e Nissan Juke 2020 a confronto

1 23
Guida all'acquisto
Nuova Nissan Juke: vista di 3/4 anteriore

Prezzi, allestimenti, dotazioni di serie: scegliere la Nissan Juke

16
Back To Top