Pubblicato il 16/05/20

FINALMENTE! Finalmente la Mercedes CLA Shooting Brake non ha più le luci posteriori a farfalla. È tra le firme luminose posteriori che più ho odiato negli ultimi anni, ma devo essere un caso a parte. Le autostrade italiane erano, e sono ancora, costellate di quelle luci a farfalla. E non è tutto, la nuova Mercedes CLA Shooting Brake porta tante altre novità.

TANTO UGUALE TANTO DIVERSA La Mercedes CLA Shooting Brake cambia nello stile, ora più pulito e proporzionato, e nelle dimensioni, che si allungano di 48 millimetri, si allargano di 53 e si abbassano di 2. Un nuovo stile più sportivo, con lo shark nose, la calandra pronunciata come il naso di uno squalo con la grande Stella al centro, fari affilati e fianchi che perdono le due pesanti pieghe della serie precedente per guadagnare lamiere lisce e parafanghi spallati, soprattutto i posteriori, per contenere carreggiate allargate di 63 millimetri l’anteriore e di 55 la posteriore. Le due belle nervature longitudinali sul cofano rimangono.

ORA È PIÙ GRINTOSA Una presenza su strada differente rispetto alla precedente CLA Shooting Brake, meno pagnottella e più affilata. La caratteristica linea dei vetri laterali che finisce appuntita in coda trova ora uno stile più coerente nella nuova silhouette. Al posteriore la coda è più pulita e filante. Meno riconoscibile e originale, forse, ma più elegante e anche più funzionale: eliminate le luci a farfalla e scomposte le nuove luci in parte sui parafanghi e in parte sul portellone, la bocca di carico si allarga come il sorriso di Malika Ayane: da 635 mm passa a 871. Se sulla vecchia facevate fatica a infilare il nuovo televisore da 55 pollici, ora entra come in un guanto con tutto il suo imballaggio.

IL BAGAGLIAIO? DA FAMIGLIA ESIGENTE Già che siamo in coda, parliamo del bagagliaio. Il volume disponibile aumenta di 10 litri, fino a 505, e aprendo il portellone sembra sconfinato. È in effetti molto profondo, 105 cm, anche se la CLA Shooting Brake è una finta compatta, con 469 centimetri in lunghezza massima. Utili i quattro anelli per fissare il carico e i due ganci laterali per appendere le borse della spesa. Alle prime operazioni di carico vi rendete conto sotto alla tendina avete un’altezza di 40 centimetri e che la parte del bagagliaio vicina alla soglia è molto bassa, poco più di 30 cm, quanto basta per lasciare posto giusto a borse morbide che si adattano facilmente al profilo. Rimane comunque un gran bel bagagliaio che, sfruttato in altezza nella parte vicina ai sedili, circa 70 cm fino al tetto, soddisfa le esigenze di una famiglia esigente. Sotto il piano di carico c’è spazio per il kit di riparazione delle forature e per il kit può-sempre-servire.

ABITABILITÀ: BENE, MA... Non fatevi trarre in inganno, invece, dalla linea puntuta e sottile dei vetri laterali della Mercedes CLA Shooting Brake. Se vi aspettate di dover sedere sul divano posteriore con la testa piegata, guardate bene la linea del tetto, che è diritta quanto quella di una normale station wagon. Il mio 1 e 78 ci sta comodo, ho un bel palmo abbondante sopra la testa, più o meno come quando sono seduto al posto di guida, e per le gambe, anche se siedo dietro al posto di guida con il sedile abbastanza arretrato (mi piace tirare al massimo il volante verso di me per avere le gambe stese), ho tanto spazio per le ginocchia da consentirmi viaggi in comodità. L’unico limite per chi sale dietro è il vano di accesso, limitato dalla linea discendente dei vetri e dallo spazio tra il passaruota posteriore e il montante centrale, che costringe a piegarsi un po’ per entrare e uscire.

Mercedes CLA Shooting Brake, la plancia

LA PLANCIA È ARIOSA Nessun problema ai posti anteriori della nuova CLA Shooting Brake, adatti anche a claustrofobici a dispetto della linea filante. Merito anche della sensazione visiva di spazio della plancia, composta da due elementi snelli che corrono paralleli da un lato all’altro, su cui si appoggia il sottilissimo schermo widescreen, e su cui sono inserite le classiche bocchette circolari degli interni Mercedes più recenti, funzionali e ora nella loro migliore forma estetica.

LA STRUMENTAZIONE DIGITALE Di serie la CLA Shooting Brake offre due schermi più piccoli inseriti nella cornice wide, per ottenere il vero effetto widescreen è necessario includere nella lista degli optional il pacchetto Advantage (2.272 euro), che comprende display centrale da 10,25” e navigatore su disco fisso, e il display da 10,25” anche per la strumentazione (549 euro). Almeno quest’ultimo vale la pena acquistarlo per avere il piacere di consultare gli strumenti su uno schermo grande e con temi e configurazioni differenti, da quella più sportiva a quella dedicata al consumo, potendo anche personalizzare un proprio pacchetto di informazioni da visualizzare.

UN VEZZO DI MERCEDES La leva del cambio è a destra del volante, dove altre auto hanno la leva per i tergicristalli. È comoda a portata di mano e lascia spazio sul tunnel centrale ai comandi del sistema di infotainment, ai due portalattine e a una grande vaschetta dove appoggiare lo smartphone in ricarica wireless (244 euro). Il bracciolo tra i sedili anteriori si apre in due parti e lascia accedere a un bel vano chiuso con due porte USB.

COSA PENSO DEI SEDILI SPORT La CLA Shooting Brake che sto provando monta i sedili sportivi (290 euro, spesi meglio che i 360 euro necessari per avere luci soffuse in 64 tonalità di colore) e si abbinano bene allo stile affilato della carrozzeria, con il poggiatesta integrato nello schienale, gli anteriori come i posteriori. Sono minimal, nelle dimensioni e nello spessore, ma ben disegnati e si sono rivelati confortevoli anche dopo ore al volante. Grazie anche alla seduta regolabile in profondità, per me sempre un must per avere un buon appoggio delle cosce. Un optional consigliato è il sedile anteriore destro ribaltabile in avanti per caricare oggetti molto lunghi (183 euro).

HEY MERCEDES Avevo provato la prima versione del sistema MBUX sulla Classe A e non posso che confermarlo come uno dei migliori, se non il migliore, assistente vocale disponibile per un’auto. Mercedes, la signorina che abita la plancia, risponde sempre con una voce piacevole e allegra a ogni comando e azzecca spesso, non sempre, la risposta. È in grado anche di capire se il comando arriva dal posto guida o dal lato passeggero: per esempio, se voglio cambiare la temperatura climatizzatore lato guida non è necessario specificare di che lato sto parlando. Se guido da solo, ogni tanto la chiamo, così, per farmi compagnia ma, al contrario di Alexa, Siri o Google Assistant non risponde a domande futili. Capisce al volo però indirizzi, anche se chiedo di portarmi alla sede di una Casa concorrente, e la navigazione con le istruzioni in realtà aumentata (305 euro), con le frecce sovrapposte alla situazione reale, è a prova di errore.

Mercedes CLA Shooting Brake, il navigatore in realtà aumentata

BELLA DA GUIDARE Continuo a rimanere stupito, quando mi metto al volante di una Mercedes di ultima generazione dei passi da gigante che ha fatto la Stella di Stoccarda negli ultimi anni sul fronte della dinamica di guida. Sono state per anni auto affidabili, status symbol a ogni latitudine, ma incredibilmente obsolete nel telaio, nelle sospensioni, nella distribuzione dei pesi. In alcuni casi anche pericolose superata l’andatura della guida al passeggio. E poi, d’un tratto, da auto da guidare con il cappello si sono trasformate in auto divertenti e in grado di trasmettere un buon feeling di guida.

PRONTA AI COMANDI La nuova CLA Shooting Brake non fa eccezione e, su questo fronte, mi è piaciuta molto. Di serie, le CLA Shooting Brake sono dotate dello Sterzo Diretto che cambia il rapporto di trasmissione, più diretto o meno, alle condizioni di guida. Il volante è leggero ma comunicativo, è facile scegliere la traiettoria giusta con precisione e il diametro di sterzata ridotto (11,1m) rende facili anche le manovre. E, poi, sembra decisamente più corta e leggera quando si muove tra le curve, a dispetto dei suoi 1.570 kg in ordine di marcia, agile e facile da indirizzare e con un buon equilibrio che non provoca reazioni anomale.

COMPAGNA DI VIAGGIO I cerchi da 18 pollici multirazza e l’assetto ribassato di 15 mm e con taratura sportiva delle molle, di serie sulla CLA Shooting Brake in allestimento Sport, lavorano bene per offrire il giusto compromesso tra precisione di guida e comfort. Sul fronte comfort anche la insonorizzazione curata e la buona penetrazione dell’aria senza fruscii fastidiosi rendono la Mercedes CLA Shooting Brake una piacevole compagna di viaggio e di vita quotidiana.

DOPPIA FRIZIONE? DAVVERO? Ci mette del suo in questo pacchetto anche il motore 200d, il due litri a gasolio da 150 cavalli. La sua erogazione di coppia, 320 Nm tra 1.400 e 3.200 giri, rende facile il lavoro del cambio automatico a doppia frizione 8 marce 8G-DCT. Il cambio non manifesta mai incertezze ed è fluido e rapido nelle cambiate, tanto da instillare il dubbio che sia un vero automatico piuttosto che un doppia frizione. L’abbinata funziona molto bene, con il cambio che sceglie sempre la marcia giusta per ottimizzare i consumi e rendere la guida scorrevole. Pronto però a scalare al volo quando si ha bisogno di tutta la potenza e si preme a fondo. Mi trovo bene a guidare la CLA in configurazione Comfort anche tra le curve ma, se voglio alzare il ritmo, la configurazione Sport utilizza un po’ di più le marce basse, in maniera però non fastidiosa.

I CONSUMI NEL MONDO REALE Sul fronte consumi la 200d non raggiunge i livelli record della 180d, ma rimane su livelli eccellenti. Alla fine del mio test ho consumato in media 6,1 litri ogni 100 chilometri e, con il cruise control a 130 km/h il computer di bordo segna tra i 4,5 e i 5 l/100km, cioè più di 20 km con il litro di gasolio. Ottimo. Di questi tempi siete più per i motori a benzina? Qui la prova in video della Mercedes CLA Shooting Brake 220 da 190 CV.

QUANTO COSTA? La CLA Shooting Brake è un riuscito spin-off della nuova Classe A, sulla cui piattaforma nasce e con cui condivide tutta la parte anteriore fino al montante centrale, interni inclusi. Il listino attacca a poco più di 33 mila euro per le 180 e 180d, ma per una CLA Shooting Brake 200d Sport come quella in prova, si parte da 36.575 euro e la lista degli optional è tanto intrigante quanto pericolosa per l'esborso finale. 

 

SCHEDA TECNICA Mercedes CLA Shooting Brake 200d Sport

  • Motore: 4 cilindri, 1.950 cc, turbodiesel

  • Potenza e coppia: 150 CV tra 3.400 e 4.400 giri, 320 Nm tra 1.400 e 3.200 giri

  • Prestazioni: 221 km/h; 0-100 km/h 8,4 secondi

  • Trazione: anteriore, cambio autom. doppia frizione 8 rapporti

  • Dimensioni: 4,69x1,83x1,44 metri; bagagliaio 505/1.370 litri

  • Consumo: combinato NEDC 4,5-4,2 litri/100 km

  • Prezzo: da 36.575 euro

 


TAGS: mercedes mercedes cla shooting brake mercedes cla