Autore:
Giulio Scrinzi

VETTEL E LA FERRARI METTONO LE ALI Nel terzo giorno di test ufficiali del Mondiale di F1 2018, il protagonista è stato sicuramente Sebastian Vettel: il tedesco, infatti, ha centrato una prestazione ancora migliore di quella fatta segnare ieri da Ricciardo, fermando il cronometro sul nuovo tempo ufficioso della pista di Barcellona. Il suo 1’17’’182, tuttavia, è uscito su gomme Hypersoft a banda rosa ma con una Ferrari ancora abbastanza carica di benzina, segno che a Maranello non hanno voluto subito scoprire le proprie carte sul giro secco. In ottica gara, invece, la nuova SF71H si è mostrata in splendida forma, in virtù dei 188 giri portati a termine dal tedesco di Heppenheim.

LE MERCEDES ASPETTANO ANCORA Mentre la Ferrari ha dato una prima dimostrazione del proprio potenziale… le Mercedes sono rimaste a guardare. Anche oggi, infatti, le due Frecce d’Argento non hanno impressionato nel time attack, dal momento che Bottas e Hamilton non hanno superato rispettivamente la settima e l’ottava posizione assolute. I due portacolori del team di Brackley, infatti, si sono concentrati una volta di più sulle prove di durata, il che fa pensare che sia domani il giorno buono per vedere tutto quello che riescono a fare in un unico giro lanciato.

HAAS AD UN SECONDO DALLA VETTA Stesso discorso per la Red Bull, oggi in pista solamente con un Max Verstappen che si è dedicato ai long run portando a termine ben 187 giri sul circuito spagnolo e limando i difetti di gioventù della sua RB14. Con due dei tre top team in attesa di dare la zampata decisiva… ci hanno pensato gli outsider a far vedere grandi cose sul Montmelò. Prima tra tutti la HAAS, che oggi con Magnussen ha centrato il secondo tempo pagando poco più di un secondo dalla SF71H di Vettel. A pochi millesimi dalla monoposto americana si è piazzata la Renault di Nico Hulkenberg, bravo ad inanellare 169 tornate a riprova della consolidata competitività della power unit francese.

TUTTI GLI ALTRI Quarto tempo per la sempre più concreta Toro Rosso di Gasly, alla quale si è messa in scia la McLaren MCL33 di Vandoorne. Nonostante qualche guai idraulico capitato in mattinata, la monoposto di Woking è riuscita a portare a termine il proprio programma di lavoro, precedendo la Sauber di Ericsson, le due Mercedes, la seconda RS18 di Sainz e la Williams di Kubica. Il polacco ha così completato la top ten, facendo sicuramente meglio sia della Force India, oggi nelle mani di Perez, che del suo compagno di squadra, ultimo a tre secondi dalla vetta.

CLASSIFICA DI GIORNATA Qua di seguito la classifica del terzo giorno di prove a Barcellona.

PILOTA TEAM TEMPO GAP GIRI
1. Sebastian Vettel Ferrari 1'17''182   188
2. Kevin Magnussen HAAS 1'18''360 +1.178 153
3. Nico Hulkenberg Renault 1'18''675 +1.181 169
4. Pierre Gasly Toro Rosso 1'18''758 +1.493 79
5. Stoffel Vandoorne McLaren 1'18''855 +1.543 69
6. Marcus Ericsson Sauber 1'19''244 +1.673 151
7. Valtteri Bottas Mercedes 1'19''532 +2.062 148
8. Lewis Hamilton Mercedes 1'19''575 +2.114 84
9. Carlos Sainz Jr Renault 1'19''595 +2.350 97
10. Robert Kubica Williams 1'19''629 +2.447 73
11. Sergio Perez Force India 1'19''634 +2.452 159
12. Max Verstappen Red Bull Racing 1'19''842 +2.660 187
13. Lance Stroll Williams 1'20''262 +3.080 67

TAGS: formula 1 sebastian vettel valtteri bottas lewis hamilton f1 nico hulkenberg kevin magnussen f1 2018 formula 1 2018 test f1 test formula 1 test f1 2018 test formula 1 2018 test f1 2018 barcellona test f1 2018 barcellona 2 test f1 2018 barcellona 2 day 3