Autore:
M.A. Corniche

MANOLEGGERA Bocca larga nella parte bassa del paraurti, nuove luci anteriori più trasparenti e luci posteriori con effetto a ventaglio. Oltre a minigonne più sporgenti per limitare l'effetto murata navale delle fiancate piatte e ossute della Serie 5. Stop, questi sono gli interventi estetici esterni, mentre all'interno cambiano i pannelli delle portiere, dal disegno più voluttuoso, e i materiali, ora più pregiati. Per distinguere la Serie 5 2007 l'indizio più evidente sono i led laterali sulle luci anteriori e posteriori.

RELEASE 2.0 Più importante il restyling tecnologico, soprattutto elettronico. Anche la Serie 5 come la Serie 1 e come tutti i futuri restyling di modelli Bmw fa proprio il pacchetto Efficient Dynamics, una serie di dispositivi pensati per diminuire consumi ed emissioni.

ENERGY BRAKE REGENERATION Il sistema regola la produzione di energia elettrica a seconda del momento, privilegiando la frenata e lasciando che in accelerazione tutta l'energia sia utilizzata per la spinta. Così, più potenza quando serve e quindi minori consumi. Per ottenere l'effetto migliore la solita batteria in piombo è stata sostituita con due batterie AGM (Absorbed Glass Mat) con strati di microfibra tra l'acido e il piombo per una migliore capacità di carico.

AUTONOMIA OPERAIA Perché far lavorare tutti anche quando non serve? È uno dei principi di Efficiency Dynamics. Oltre all'alternatore indipendente dai giri motore per migliorare il momento di carica della batteria, la Serie 5 2007 ha anche le bocche di ventilazione del radiatore che si aprono e si chiudono alla bisogna, chiudendosi per migliorare l'aerodinamica quando il radiatore non ha bisogno di aria fresca. Allo stesso modo le pompe della benzina e il compressore del climatizzatore vengono attivati quando serve e anche il servosterzo, ora elettrico (a richiesta anche l'Active Steering con passo variabile), assorbe potenza soltanto quando è necessario.

AUTO START/STOP Era molto in voga alla fine degli anni 80, quando alla Milano da bere si contrapponeva la necessità di far bere meno le auto. Il principio è semplice: ci si ferma, si mette il folle, si solleva il piede dalla frizione e il motore si spegne automaticamente; si preme di nuovo il pedale sinistro e il motore si avvia al volo. Utile per evitare sprechi di carburante e inquinamento inutile durante le soste al semaforo. Gestito dall'elettronica si spegne o accende a seconda della temperatura del motore, delle necessità di energia elettrica, di climatizzazione o di pressione dell'impianto frenante. È abbinato a un altro congegno anni 80, l'indicatore di cambiata, con un paio di freccine e un numero visibili nel visore tra gli strumenti che indicano quale marcia è meglio inserire per risparmiare carburante.

AMICO CHIP L'elettronica aiuta anche nella guida. Con il cruise control attivo in grado di adattarsi alla velocità del traffico e di fermarsi completamente se necessario. Oppure le due telecamerine montate negli specchi esterni che rilevano la segnaletica orizzontale e avvisano di cambi di corsia senza freccia facendo vibrare il volante. Oppure il Night Vision, il sistema a infrarossi che proietta una visione della strada alla base del parabrezza, segnalando ostacoli che a occhio nudo non si riescono a vedere.La nuova dotazione elettronica porta nella lista degli optional anche la presa Usb, per collegare una chiave di memoria o il lettore Mp3 e fare i DJ utilizzando i comandi dell'auto.

LA GAMMA I motori sono i soliti, sei a benzina (520i, 523i, 525i, 530i, 550i e M5) e tre a gasolio (525d, 530d e 535d), con la possibilità di abbinare la trazione integrale ai sei cilindri 2.5 e 3.0 a benzina e 3.0 a gasolio. Prezzi da 40.300 euro a 96.300 euro.


TAGS: salone di ginevra 2007 bmw serie 5 2007 Engine of the year 2008: da 2.5 a 3.0 litri